L’atteso ritorno di Radovan Vlatkovic al Teatro di San Carlo, nell’ambito della stagione Sinfonica 2012-13, ha portato all’attenzione del pubblico uno strumento che solitamente è usato in orchestra, poco in ruoli solistici, il corno francese. Il celebre virtuoso si è esibito insieme con la pianista Martina Filjak, giovane talento attivo a livello internazionale, in un concerto che, nella seconda parte, è stato dedicato all’Ensemble Strumentale del Lirico di Napoli.
Il programma della serata prevedeva musiche dal repertorio tedesco di Strauss padre e figlio dalle pagine composte dal primo corno dell’Orchestra di Corte di Monaco di Baviera, Franz Joseph, “Introduzione, thema e variazioni per corno e pianoforte op.13” e “Notturno per corno e pianoforte op. 7”, a quelle del più noto Richard, “Concerto n. 1 in mi bemolle maggiore per Corno e Pianoforte op.15”, “Serenata per 13 strumenti a fiato in mi bemolle maggiore op. 7” e “Suite per strumenti a fiato in si bemolle maggiore op. 4”.
Il pubblico ha particolarmente apprezzato le sonorit  morbide e vellutate del corno, che il virtuoso croato esalta come strumento cantabile, senza mortificare la componente tecnica, che egli domina con padronanza assoluta. Non a caso molti compositori gli hanno dedicato nuove partiture, tra cui il celebre “Concerto per corno e orchestra” del 2008, scritto da Krzysztov Penderecki. Brava la pianista che ha regalato momenti di intensa emozione nella sua lettura di Preludio e Notturno op. 9 di Aleksandr Skrjabin per la mano sinistra.

IL PROSSIMO CONCERTO
Il 3 e 4 maggio sul podio del San Carlo, Pinchas Zukerman, violista, violinista e direttore d’orchestra di fama internazionale. Il musicista si esibir  con l’Orchestra del Teatro di San Carlo su musiche di Bach, Mozart e Schubert.

Per saperne di più
www.teatrosancarlo.it

In foto, Radovan Vlatkovic