Teatralizzare la Shoah, facendola rivivere nella sua tragedia. E’ quello che far  l’associazione culturale napoletana NarteA domenica 25 gennaio 2015 (ore 1900 e ore 2030) “…e il sole si spense. Shoah la voce della Memoria”, (foto in alto) in collaborazione con il Tunnel Borbonico (ingresso in via Domenico Morelli). L’Olocausto sar  raccontato in quei ricoveri bellici dove milioni di napoletani e di ebrei hanno provato a salvarsi dall’ondata assassina che si è abbattuta sull’Europa nel secolo scorso, partendo dalla Germania nazista. Un modo per far conoscere, a tutti coloro che interverranno, una ferita della storia che ancora oggi continua a sanguinare, anche a Napoli.
All’interno degli antichi sotterranei, il pubblico parteciper  alla vicenda di Milo Koen, interpretato dall’attore Roberto Albin, che si ritrova a fare i conti con la sua Memoria, impersonata dall’attrice Serena Pisa, perpetua fonte di struggenti ricordi e dolori.
Le note del violino che accompagnano la “fuga” di Milo, provano a ricoprire quella “voce”, ma dimenticare gli orrori della persecuzione ebraica non è solo desiderio del musicista ebreo, bens lo sforzo quotidiano di tutti i sopravvissuti.
Ma non sar  l’unico evento proposto da NarteA nel weekend. Sabato 24 gennaio tocca a “Januaria Una Notte al Museo del Tesoro di San Gennaro” (foto in basso) in scena dalle 1900 all’interno del Museo dove è ritornata in una rinnovata esposizione. La figura emblematica di un uomo, qual è stato “San Gennaro”, racchiude in s una lunghissima storia, punteggiata di fatti spesso in bilico tra credo e superstizione, fede e agnosticismo, passione e scetticismo in collaborazione con il Museo del Tesoro di San Gennaro, questa visita guidata teatralizzata mostrer  il meraviglioso Museo, sito in via Duomo 149, allacciandosi alle principali vicende del “Ianuarius”, con l’interpretazione teatrale degli attori professionisti Andrea Fiorillo e Federica Altamura.
Pezzo forte di questo patrimonio unico al mondo per bellezza artistica e spessore culturale è la Mitra dell’orafo Matteo Treglia, composta da 3694 pietre preziose e realizzata nel 1713 su commissione della Deputazione di San Gennaro. Al termine della serata, il Museo offrir  la possibilit  di accedere all’appartamento del Domenichino, dove sar  offerta ai visitatori una degustazione di vino rosso.

Per entrambi gli eventi prenotazione obbligatoria ai numeri 339.7020849 e 334.6227785, quota partecipativa di 15 euro per ciascun evento