Wine & Thecity . “Vivi l’ebbrezza di Napoli” dal 6 al 20 maggio con oltre 100 appuntamenti dal mare alle vigne.
Quindici giorni di convivialit , di degustazioni, di aperitivi e di creativit  tra i Palazzi storici, Musei, case e
private, atelier d’artisti, gallerie d’arte e design, alberghi, ristoranti, pizzerie, bistrot, negozi, boutique.
Una grande “festa mobile” e in ogni luogo un evento e un vino da degustare tra cene nomadi (foto).
Originali vivaci incontri con vari generi culturali arte, letteratura, teatro, jazz, shopping, gastronomia.
Sabato 9, Picnic & The city con lo chef Marianna Vitale sui prati della Scuola di equitazione.
Il 12 al Pan, inaugurazione del circuito di aperitivi nelle boutique a Chiaja e concerto del Coro del
Teatro San Carlo diretto da Carlo Morelli.
Dal 13 al 16 incontri con sommelier e vini di 80 aziende nelle gioiellerie, gallerie d’arte, alberghi a Chiaja e al Vomero. La sere del 13 a Castel dell’Ovo il video di
Caterina Arciprete.
Il 15 e 16 alla Stazione Toledo “Out of Order” installazione e performance con 15
Attori ideata da Simona Perchiazzi. ll 16, dalle ore 11 alle 12, il Teatro dell’Anima nella funicolare di
Chiaja sar  con i viaggiatori. L’8, 9, 10 aperitivi in banchina al Borgo Marinari a cura di Velaviaconme.
“Degustazione in alto mare” il 15,16,17 navigando lungo la costa di Posillipo con imbarchi alla darsena
Acton organizzati da Toomultisalling. NapoliinVespa dal 9 al 24 alla scoperta di vigne metropolitane e
di vicoli della citt . Cene Nomadi di Datè nelle case di architetti e collezionisti d’arte il 6 e l’11. Il teatro
di Wunderkammer il 15 in case d’autore. Il social eating di Chez Toi Home restaurant il 14 e 19 e di
Monzù l’8 e 14. Appuntamenti da definire serata di jazz a Palazzo Zevallos, tableaux vivents di
Caravaggio al Museo diocesano, performance culinaria di Paul Renner al Museo Nitsch, concerto
della Fondazione Piet  de’Turchini alla chiesa di san Rocco, degustazione nelle antiche Catacombe di
San Gennaro, pomeriggio letterario al Goethe Institut, “Pizze e Bollicine” dell’azienda Contadi Castaldi
di Adro che sposa la pizza napoletana con la Franciacorta in quattro pizzerie. Sabato 16 dalle 17 alle 20
va in scena la legalit  nel progetto de “La Gloriette” delle cooperativa l’Orsa Maggiore che opera in
spazi confiscati alla camorra con ragazzi di lieve e media disabilit  che faranno degustare pizze fritte
di Ciro Salvo e vini di Casa Setaro.
Il gran finale è il 20 nel cuore di Napoli con musica e vini del Sannio sullo scalone monumentale di Montesanto che collega il Centro Antico con Castel Sant’Elmo.
Anche questa iniziativa merita la partecipazione dei napoletani che stanno finalmente vivendo nuove
Giornate di rivoluzione contro il degrado culturale in cui era precipitata. E ancora il popolo di giovani
volontari e abili imprenditori che si aggrega e opera per far tornare all’antico splendore Napoli creando
eventi culturali per sconfiggere miseria e disoccupazione dando anche agli immigrati una possibilit  di
rimanere tra noi vivendo una vita dignitosa come essi meritano. E’ una Rivoluzione pacifica lottata
giorno dopo giorno facendo cultura di qualit  che richiama ed entusiasma forestieri e stranieri. Il
successo è grande e visibile. L’aeroporto, ristrutturato e reso confortevole, accoglie più di 5 milioni di
viaggiatori e si prevede a breve un altro forte incremento. Gli alberghi sono pieni in ogni mese.

Musei, ristoranti e vie sono affollate di studenti e di comitive straniere.
Il turista non è più di passaggio
per raggiungere altre localit  nei dintorni ed anzi ritorna appena può nei weekend. La citt  potr 
risorgere se la criminalit  decide di lucrare spietatamente in modo diverso escludendo armi e scippi.
Tutto ciò potr  accadere se i malavitosi fanno il tifo anche per la citt  e non solo per il Calcio Napoli.

Organizzazione e comunicazioni dipuntostudio.it – tel. 081.681505- addetto stampa, Paola Cotugno.

Per saperne di più

www.wineandthecity.it