«Penso che tutto sia cominciato guardando gli album fotografici di famiglia. Sono stato sempre affascinato dalle immagini ma non ho una formazione fotografica tradizionale». E’ la sintesi dell’esperienza di Richard Tuschmann, poeta della fotografia digitale che sar  a Napoli dal 24 al 30 gennaio 2015.I suoi scatti sono fortemente influenzati dalla tecnica e dalle scene pittoriche dell’artista statunitense Edward Hopper.
Tuschmann condurr  il workshop napoletano “Poetic Storytelling” (organizzato da NYPS – New York Photo Stories, ideato e curato dalla giovane fotografa partenopea, Roberta Fuorvia) negli spazi di Q.i Quartiere Intelligente sulla scalinata di Montesanto, nel centro storico di Napoli.Il fotografo si racconter  agli studenti mostrando i progetti realizzati nel corso della sua carriera e condividendo con la classe il suo metodo di lavoro. Ma, tra l’altro, si soffermer  anche sulle strategie da adottare per orientarsi con successo nel mondo delle gallerie, dei concorsi e delle mostre, con formule intuitive per coltivare al meglio la propria voce creativa nel mondo del lavoro.

Agli studenti (che dovranno avere con s un portfolio di almeno10 foto) sar  spiegato come fare scelte fotografiche per ottenere immagini dalle atmosfere suggestive e coinvolgenti dall’ispirazione iniziale alla sequenza finale, dalla fase di postproduzione a quella di stampa. Le iscrizioni sono aperte a un massimo di 12 studenti. Il costo del workshop è di 600 euro.
Per chi si iscrive entro il 20 dicembre c’è uno sconto di 30 euro.
Chi, invece, vuole iscriversi e aderire alla formula all inclusive il costo è di 850 euro e oltre a partecipare al workshop avr  8 notti in albergo a 3stelle (check il 23 gennaio-check out 31 gennaio)+ wifi + prima colazione + pranzo per 7 giorni. Durante il laboratorio in lingua inglese ci sar  un interprete che tradurr  le lezioni in italiano.

Per saperne di più
www.robertafuorvia.com/nyps-new-york-photo-stories

In alto, "Pink bedroom" firmata Tuschmann