La galleria napoletana Movimento Aperto di Ilia Tufano si apre al design con la mostra di Daniele Zagaria "Hanky Panky". In esposizione uno dei tavoli della serie Gerrit, due consolle della serie hanky panky e trenta disegni che sono il progetto di altrettanti mobili. E se l’espressione hanky panky affonda le sue radici nella tradizione jazz e ha un significato un po’ ambiguo, Gerrit è il nome di un architetto russo, punto di riferimento di Zagaria.

Il senso del progetto è raccontato nel testo critico di Dario Giugliano “Umanizzare il design” secondo l’autore il design sta attraversando una crisi non solo congiunturale ma anche strutturale, dovuta alla prevalenza della produzione di massa che offusca e soffoca la creativit . Non è possibile conciliare qualit  e grandi numeri, il valore del lavoro artigianale è destinato a pochi.

Non a caso gli arredi in mostra sono stati eseguiti da un artigiano, in pochissimi esemplari, proprio come un’opera d’arte. “Hanno forme antropomorfe racconta Tufano richiamano le fattezze umane e dunque sono un riferimento ai futuristi che furono i primi a disegnare arredi moderni. Sono ludici, e interagiscono con chi gli si avvicina”. Le consolle hanno un grande specchio e un piano di appoggio colorato uno di azzurro-grigio, con la piccola scultura di un pesce che sembra tuffarsi nel mare; l’altro in verde con la scultura di un uccellino. Tra le collaborazioni di Zagaria, c’è anche quella con Annibale Oste, artigiano del design da poco scomparso.

La mostra si inaugura venerd 11 novembre alle 18 e sar  visitabile fino al 9 dicembre. La galleria Movimento Aperto è in Via Duomo 290/c.

Nelle immagini, alcuni dettagli degli arredi in mostra.