Il testo di Pasquale Ferro, un romanzo molto apprezzato dalla critica, ci presenta la figura di Gigino’o malefico. E’ infatti la storia di un usuraio, “Gigino”, soprannominato ‘o malefico, perch lo è di nome e di fatto. Unico suo Dio è il denaro. Per procurarselo ha usato il più machiavellico dei principi il fine giustifica i mezzi. Ed è cos che irretisce giovani spose, piccola e media borghesia, schiava delle apparenze che per fare bella figura con un matrimonio tanto sfarzoso da risultare esagerato, o vacanze alla moda, sono disposti a mettersi “Sott o ddebbete”. In scena, Cristina Ammendola, Simone Somma, Antonio Tatarella, Marina Billwiller, Vincenzo Borrelli (foto) che cura l’adattamento, in collaborazione con Maurizio Tieri
Piccole e grandi storie di misere miserie , con una scrittura che ricorda le ombre cupe di Mastriani e della Serao. Da questo romanzo è stato estrapolato uno spettacolo. L’allestimento teatrale è immaginato in una chiesa, dove vengono sviscerate le storie dello stesso “Gigino o malefico, sua figlia, poi Velo e sposa, Baciù, Giannino e sciù sciù e molte altre vittime dell’usuraio che si alterneranno in scena come flashback per raccontare l’anima di un essere spregevole.
Fanno da accompagnamento le musiche e canzoni originali di Myriam Lattanzio e Marco Borrelli.

ZTN – Zona Teatro Naviganti
Vico Bagnara, 3 – Napoli
Venerd 4 dicembre ore 21
Sabato 5 dicembre ore 21 sar  presente anche l’autore
Domenica 6 dicembre ore 19
Prenotazioni 3406668946