Il gruppo NAMB ha voluto coinvolgere i soggetti interessati dall’intervento sin dalla fase preliminare della progettazione, quella dall’analisi. Infatti, è stato predisposto un questionario grafico-descrittivo e successivamente somministrato in situ ad un campione di soggetti rappresentativo dell’utenza di Piazza Mercato. Tale questionario ha raccolto dati riguardanti et , sesso e opinione complessiva sulle condizioni della piazza e sulle principali cause del degrado.
I dati raccolti sono stati quindi analizzati e hanno costituito il punto di partenza delle linee guida della progettazione.
Il progetto “Social Survey Based Project” ha come scopo quello di definire un contesto urbano accogliente e dinamico, che favorisca l’instaurarsi di relazioni e interazioni sociali.
Piazza Mercato si riappropria del suo carattere toponomastico come luogo di commercio e di socialit . Vi sono stand commerciali “dinamici”, che si muovono lungo dei binari, con funzione ambivalente gli stand aperti assolvono alla funzione commerciale, mentre chiusi diventato totem illustrativi sulla storia della citt  e pannelli per esposizioni temporanee, trasformando, cos, la piazza in un luogo di arte e di cultura.
L’arredo urbano contribuisce alla dinamicit  del sito le panchine scorrono lungo binari spostandosi a seconda delle esigenze. Infinite configurazioni rendono lo spazio flessibile.Il rinverdimento della piazza attraverso prati e alberature e il collocamento del parcheggio a confine rendono la piazza un luogo maggiormente fruibile dall’utenza e lontano dalla confusione della citt  contemporanea.

Commento al concorso
Il premio la Convivialit  Urbana è una delle vere occasioni di confronto con il territorio urbano napoletano, avulso dalle logiche di palazzo, non è solo una sfida al progetto più accattivante, ma è un vero pool di idee su quelli che sono i luoghi della citt  “irrisolti”, ma ancora vivi e che nell’impotenza amministrativa, subiscono un lutto sociale perpetuo.

*Denominazione gruppoNAMB ( Non Abbiamo Molto Business )

Nome progetto Social Survey Based Project
II classificato ex aequo
Progettisti arch. Eduardo Bassolino (capogruppo), arch. Francesco Aletta, arch. Francesca Nocca, arch. Alessandro Massimino

In foto, scheda del progetto- particolare