Affido culturale/ Piccoli ciceroni raccontano 7 opere del Museo archeologico nazionale di Napoli

0
266

Piccoli ciceroni raccontano le opere del Museo archeologico nazionale di Napoli attraverso la rete familiare del progetto Affido culturale del Pio Monte della Misericordia. Le famiglie (foto) saranno protagoniste domani sabato 17 febbraio di un evento speciale che amplia le azioni del progetto e vede al centro dell’esperienza culturale proprio i bambini e i loro genitori.
Attraverso una sinergia con i servizi educativi del Museo archeologico nazionale di Napoli, quattro adulti e tre minori saranno guide speciali per il loro gruppo in una visita guidata proprio al Mann. Il percorso si svilupperà attraverso il racconto di sette opere, una per ciascuno narratore, offertosi spontaneamente per diventare cicerone dell’esperienza. 
A ciascuno di loro è stato inviato un video dai Servizi educativi del Mann con cui ha potuto scegliere l’opera e impararne le caratteristiche e le curiosità. L’esperienza di visita sarà anche arricchita da due guide specializzate del Museo che accompagneranno il gruppo in tutto il percorso.
Tra queste sette speciali guide, sei fanno parte delle famiglie inizialmente beneficiarie del progetto, questo testimonia praticamente l’efficacia di quanto fatto nei tre anni precedenti e uno dei principi con cui è stato ideato: la speranza di un futuro in cui scambio, dono di sé, fiducia e reciprocità, passione e spirito di iniziativa, attenzione per l’altro e responsabilità, si diffondano nella società e siano di guida per le scelte individuali e collettive.
Il progetto, che si rinnova adesso con altri 7 incontri, è durato tre anni ed è stato selezionato da Con I Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto alla povertà educativa dei minori. Da Napoli il progetto si è esteso nel corso dei tre anni in 11 città italiane, a testimonianza di un’idea di facile attuazione ma di grande impatto sui destinatari ultimi delle azioni: i bambini.

Cultural foster care/ Little cicerones narrate seven works of the National archaeological museum in Naples

Little cicerones narrate the works of the National Archaeological Museum of Naples through the family network of the Pio Monte della Misericordia Cultural Care Project. Fifteen families will be the protagonists tomorrow, Saturday February 17th, of a special event that broadens the actions of the project and places children and their parents at the center of the cultural experience.
Through a synergy with the educational services of the National Archaeological Museum of Naples, four adults and three minors will be special guides for their group on a guided tour just at the Mann. The tour will unfold through the narration of seven works, one for each narrator who volunteered to become cicerone of the experience.
Each of them has been sent a video by the Mann’s Educational Services, with which they could choose the work and learn its characteristics and curiosities. The visit will also be enriched by two specialized guides from the Museum who will accompany the group throughout the tour.
Among these seven special guides, six are part of the families initially benefiting from the project. And this testifies to the effectiveness of what has been done in the previous three years and to one of the principles with which it was conceived: the hope for a future in which exchange, self-giving, trust and reciprocity, passion and initiative, concern for others and responsibility, spread throughout society and serve as a guide for individual and collective choices.
The project, which is now being renewed with 7 more meetings, lasted three years and was selected by Con I Bambini as part of the Fund for Combating Educational Poverty of Minors. From Naples, the project has spread over the three years to 11 Italian cities, testifying to an idea that is easy to implement and has great impact on the ultimate targets of the actions: children.

RISPONDI

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.