Giovedì con Caravaggio al Museo di Capodimonte. Giovedì 13 giugno all’Auditorium, piano terra, ore 18, su affronterà il tema Il Pio Monte della Misericordia storia e protagonisti per gli appuntamenti organizzati da Maria Cristina Terzaghi e Sylvain Bellenger, curatori della mostra Caravaggio Napoli (fino al 14 luglio 2019), con la produzione della casa editrice Electa.
La storica dell’arte Loredana Gazzara porterà il pubblico indietro nei secoli quando il Pio Monte della Misericordia commissionò  l’offerta a Caravaggio, nel 1607, durante il primo soggiorno napoletano del pittore. Attraverso ricostruzioni grafiche, immagini, documenti (foto) e piante dell’epoca rivivrà l’antica chiesa distrutta che ospitava il dipinto delle Sette Opere per la Misericordia.
Oggi la tela si conserva in un ambiente architettonico del tutto diverso inaugurato solo nel 1671, ed è possibile ammirarla all’interno del percorso congiunto pensato in occasione della mostra dislocata su due sedi: a Capodimone e al Pio Monte della Misericordia, dove un suggestivo impianto di illuminotecnica, pensato in occasione dell’esposizione, mette in risalto i dipinti della cappella, facendo parlare uno splendido momento della pittura a Napoli.
Dalle 19.30 seguirà apertura straordinaria con accesso agevolato al Museo e Real Bosco di Capodimonte (biglietto, 1 euro) e alla mostra Caravaggio Napoli (biglietto: 8 euro). Le biglietterie chiudono alle ore 21.30. Con il biglietto serale della mostra Caravaggio Napoli si potrà gustare a soli 3 euro il cocktail “Rosso Caravaggio” creato per l’occasione dal Capodimonte Cafè.
Nei prossimi giovedì il pubblico potrà incontrare Saverio Ricci che si soffermerà su Caravaggio e la cultura filosofica a Napoli nel primo Seicento (20 giugno) e Riccardo Lattuada su Il giovane Massimo Stanzione tra caravaggismo e nuovi linguaggi figurativi.