Qui sopra, la motra di San Gennaro. In alto, uno dei caravaggisti in mostra al Filangieri
Qui sopra, la mostra di San Gennaro. In alto, uno dei caravaggisti in mostra al Filangieri

 Pasqua e Lunedì in albis al Filangieri e al Museo del tesoro di San Gennaro. Per i tanti turisti che sono aumentati a Napoli  del 12 per cento circa rispetto all’anno scorso e per i napoletani che resteranno in città.
In via Duomo il Filangieri domenica  resta aperto  fino alle 14,00  e a Pasquetta  dalle ore 9 alle18:30. Possibilità anche di biglietto unico ridotto a euro 8,00 per chi volesse visitare entrambi i Musei.
Due istituzioni museali che rappresentano le due grandi anime partenopee: la fede, la cui massima espressione è San Gennaro con la testimonianza del tesoro a lui dedicato e la Napoli intellettuale che, nel solco di Giovan Battista Vico, di Genovesi, di Della  Porta e di Benedetto Croce solo per citarne alcuni, è rappresentato dalla famiglia Filangieri e dallo stupendo Museo realizzato dal principe di Satriano.
Al Museo del tesoro di San Gennaro  un patrimonio unico al mondo per bellezza artistica e spessore culturale tra cui brillano la splendida Mitra gemmata con 3694 pietre preziose e la leggendaria collana realizzata in 250 anni con le donazioni di regnanti di tutta Europa, la croce in smeraldi e diamanti donata da re Umberto I, il calice in oro e pietre preziose donato da re Ferdinando IV e la pisside gemmata donata da re Ferdinando.
Non solo gioielli però, perché è possibile ammirare anche la più importante collezione di argenti e le Sacrestie della Cappella con affreschi straordinari e dipinti tra cui il caravaggista Massimo Stazione. E sono proprio i Caravaggisti il tema della mostra in corso  al Filangieri.
Un Secolo di Furore. I Caravaggisti del Filangieri è, dedicata alla riscoperta della Scuola napoletana del Seicento e del primo Settecento, composta perlopiù da dipinti caravaggeschi e che rappresenta il primo focus di una serie di piccole esposizioni tematiche della nuova rassegna “Visti da Vicino”, volute dal direttore Paolo Jorio, autore tra l’altro insieme a Rosella Vodret del libro Luoghi e Misteri di Caravaggio, per la riscoperta e per la rivalutazione di tutti i capolavori presenti nelle collezioni del magnifico Palazzo d’arte Filangieri.
Una mostra che peraltro è inserita nel tema Caravaggio a Napoli con l’esposizione delle Sette opere della misericordia al Pio Monte della Misericordia e quella consacrata al grande pittore lombardo da poco inaugurata a Capodimonte. L’Assessorato al turismo e alla Cultura del Comune di Napoli ha  istituito una navetta che collega il Museo Filangieri, col Pio Monte e con Capodimonte.
Per saperne di più
https://filangierimuseo.it/
https://www.museosangennaro.it/