La bellezza accessibile a tutti. Da scoprire con l’attenzione della meraviglia. Senza discriminazioni. E’ questo l’obiettivo del progetto  “Meglio Insieme: la bellezza del territorio che include” che lunedì alle 10. 30 condurre persone  con disagi mentali ad ammirare capilavori della ex residenza borbonica , circondata dal meraviglioso parco.
La visita  gratuita è curata a Giovanna Garraffa e Maria Rosaria Sansone dei servizi educativi del Museo  in collaborazione con il Consorzio Icaro cui fanno riferimento le strutture coinvolte nel progetto.
Gli utenti delle comunità alloggio L’Incontro di Vairano Scalo e Falco e Futuro di Galluccio (in provincia di Caserta)  scopriranno nei dettagli opere della collezione Farnese scelte dalle curatrici dell’incontro  e respireranno l’atmosfera magica nelle sale dell’Appartamento Reale, in particolare, il Salone delle Feste e il Salottino di porcellana.
Saranno affiancati da Maria Grazia Gargiulo e Carmela Pacelli responsabili del Saad (Servizio di Ateneo per le attività di studenti con disabilità) dell’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa e coordinatrici del progetto.
L’iniziativa rientra negli appuntamenti promossi da giugno a dicembre di ogni anno dalla rete “Napoli tra le mani” di cui Capodimonte fa parte.  Il progetto punta a sperimentare  modelli di comunicazione estetica attraverso metodologie e linguaggi
specifici che vengono veicolati da operatori appositamente formati.
Unico ingresso da Porta Grande, via Capodimonte (lato Ponti Rossi) .
Nella foto di Giuseppe Salviati, il salottino di porcellana
Per saperne di più
www.unisob.na.it
www.napolitralemani.wordpress.com