Si parla spesso male dei giovani, spopolano sui giornali titoli di risse e omicidi e le notizie negative coprono quelle notizie che vorremo leggere tutti, che ci riempiono di gioia.
Storie di talenti, nativi digitali con un piede nella nuova epoca e l’altro nel passato, nella malinconia della carta stampata, nel profumo che solo i libri rilasciano.
Nasce diciassette anni fa Valeria Marchese, una giovane talentuosa, appassionata di filosofia, poesia e letteratura.
Valeria crea grazie alla rete un progetto, modella la sua idea: un laboratorio di scrittura creativa. Nasce nel momento più buio di sempre: Covid. Prende forma dalla passione, dal restare, dal seminare e germoglia poi in “Tempo scritto, dialoghi con la solitudine”, un libro, una raccolta del suo lavoro insieme alle parole degli altri.

Ph di Enrico Di Cerbo

Il laboratorio viene realizzato nel 2020 e promosso dall’associazione culturale no profit Poesie Metropolitane che accoglie con entusiasmo l’iniziativa e decidere di dare vita al libro, per non disperdere quel tempo prezioso delle parole.
Nel libro poesie, racconti e pensieri (dei partecipanti al laboratorio) si alternano e incontrano le incredibili immagini di Enrico Di Cerbo ,

fotografie che immortalano quel tempo dell’attesa, dell’assenza e della solitudine e che invitano a colmare quel vuoto creato dal covid, con la forza dell’arte.
Dietro gli schermi di un computer nasce Tempo scritto, un tempo scandito dalla tristezza e dall’incertezza di un’epoca che ha segnato la vita di tutti noi.
Nel tempo abitato dalla scrittura, la parola però diventa speranza e ancora, rifugio, porto sicuro. Un medicinale naturale in grado di alleviare la preoccupazione di un tempo incerto.
Il laboratorio è durato per circa due mesi, appuntamenti con cadenza settimanale e con esercizi che Valeria ha assegnato ai partecipanti. Il libro germoglierà lunedì 6 settembre 2021 e sarà pubblicato in modalità self publishing da Poesie Metropolitane sul ilmiolibro.kataweb.it., dove sarà anche possibile acquistarlo.
Le royalties saranno destinate a finanziare le attività dell’associazione, da sempre impegnata nella poesia per il sociale e nella promozione di autori emergenti.
©Riproduzione riservata

RISPONDI