Paolo Giulierini confermato alla direzione del Museo archeologico nazionale di Napoli. La notizia è arrivata stamattina, durante la presentazione  dell’annuale report sulle attività e sui risultati del Mann. Lo ha annunciato Antonio Lampis (direttore Generale Musei del Mibac).
Una notizia accolta con soddisfazione dallo stesso direttore: «Lavorare per il Mann ed essere al servizio di Napoli è un privilegio che va onorato con tutte le forze. Dobbiamo finire un lavoro e lo condurremo a termine, riportando il Mann nel suo naturale status, quello di più grande museo archeologico del mondo dell’arte classica».
E questo lo confermano i numeri illustrati oggi: Aumento di visitatori e rinnovata proiezione internazionale, il Museo non si ferma: dal 1° gennaio al 30 giugno 2019, 408mila presenze (+21% rispetto al primo semestre 2018) .
Successo di una nuova politica di valorizzazione, basata non soltanto sulla pianificazione strategica, ma anche sull’adesione agli standard qualitativi e quantitativi stabiliti dalla rete del Sistema museale nazionale.
Commenta Giulierini:  «Il 2018 e i primi sei mesi del 2019, con la grande mostra su Canova (foto), sono stati un periodo molto intenso, ricco di eventi e attività che hanno contribuito a consolidare l’immagine del Museo, sempre più percepito come un istituto altamente dinamico, in grado di sviluppare una politica culturale al servizio dei visitatori in forte crescita e un rapporto sempre più solido con la propria comunità. Entro il 2022 lo vogliamo un totalmente accessibile, in grado di valorizzare al meglio le proprie collezioni permanenti, anche quelle da anni confinate nei suoi preziosi depositi».
 Oltre 613mila ingressi (+16% rispetto al 2017), 23 mostre organizzate a Napoli e 53 esposizioni realizzate in Italia e all’estero con 1.450 reperti dell’Archeologico, 23.000 presenze per il FestivalMANN, 1.100 bambini coinvolti in laboratori didattici gratuiti, prima card di fidelizzazione per un Istituto autonomo.
Bilancio felice che  apre al futuro. Significativi anche i risultati della campagna di abbonamento “OpenMANN”: dal 1° dicembre 2018 al 30 giugno 2019, sono state 5.253 le card vendute, in biglietteria e con i canali online, per tutte le tipologie previste in commercio (adulti, young, family e corporate). L’annual report 2018 è stato pubblicato da Electa.
Per saperne di più
https://www.museoarcheologiconapoli.it/it/

RISPONDI