Il vino di Ferdinando IV va alla conquista dei mercati stranieri. Con Vigne Chigi, cantina di Capua che appartiene alla famiglia Chillemi e diventa nuovo sponsor tecnico della Fondazione Real Sito di Carditello. Una iniziativa molto ambiziosa, nel segno della valorizzazione del territorio, della riscoperta e del recupero di antichi vitigni (foto) come il Pallagrello.
Spiega Giuseppe Chillemi: «Nonostante le difficoltà e i sacrifici imposti dalla pandemia la nostra azienda ha fatto due scelte che guardano al futuro con ottimismo. Abbiamo deciso di continuare nella valorizzazione di vitigni storici del territorio, piantando a Pontelatone una nuova vigna di Pallagrello bianco di un ettaro e nei terreni della Fondazione una nuova vigna di Pallagrello bianco e nero, avviando una sponsorizzazione tecnica per sostenere la rinascita della Reggia di Carditello. L’amore per la nostra terra e il rispetto per la natura guidano da sempre tutte le nostre scelte».
Si svilupperà così un’attività di cobranding utilizzando vitigni particolarmente amati dai Borbone. Operazione possibile grazie al ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali che ha dato una quota di oltre 4.000 mq di terreno da impiantare a vigneto.
Questa nuova fase si aggiunge all’accordo con Cantine Magliulo per la produzione di Asprinio, rilanciando il nuovo piano di sviluppo della Fondazione e confermando allo stesso tempo la vocazione di Fattoria Reale.

.

RISPONDI