Sognare talvolta può essere l’unica arma che abbiamo contro la monotonia della realtà. O forse l’unico pungolo a ricordarci a cosa teniamo davvero, i nostri obiettivi, i desideri da tenere sempre in tasca.
Ed è proprio un invito a non smettere di sognare “Port Emerald”, il nuovo singolo del cantautore napoletano Sesto, edizioni Suono Libero Music. Una canzone fresca, orecchiabile adatta ai toni leggeri della calura estiva che ci apprestiamo ad abbracciare. Ma nella sua leggerezza nasconde la denuncia di certi luoghi comuni e la rabbia di chi sente la necessità di staccare dalle ruotine, soprattutto adesso che la routine è diventata così difficile da gestire.
Prodotto da Nando Misuraca per Suono Libero Music Edizioni il brano è firmato dallo stesso Sesto, sia nel testo sia nella musica. «Non mi ricordo il momento esatto in cui nacque questa canzone – racconta Sesto – so solo che scelsi una tonalità e inventai un accordo mai suonato prima, ma che semplicemente si intonava con la melodia che avevo in testa. Port Emerald è il pub che frequento da sempre e a cui sono legati tanti bei ricordi. È un luogo dove si va per passare una serata spensierata e distrarsi dalle difficoltà della vita».
«Port Emerald è un invito a prendere un attimo per sé stessi, in cui sognare a occhi aperti, perché a volte i sogni sono più leggeri della realtà. Le difficoltà ci saranno sempre, ma noi l’unica cosa che non smetteremo mai di fare è sognare».
Port Emerald è accompagnato da un videoclip diretto dallo stesso Vincenzo Sesto (foto) in cui compare anche la sirena-musa, interpretata da Fabiana Russo, sua compagna nel lavoro e nella vita. La musa è la voce della libertà e di quella spensieratezza perduta, che accattivante vuole sedurci e ricordarci quanto sia importante, a volte, lasciarsi andare.

GUARDA IL VIDEO

RISPONDI