La fotografia come specchio inclemente di vite borderline. “DE CE FACI POZĀ… tutto
normale!” è il titolo della mostra promossa dall’Assessorato alla Cultura e dall’Assessorato alle Pari Opportunit  del Comune di Napoli di concerto con Accademia di Belle Arti di Napoli che vede Sergio Antonuccio e Alessio Paduano interpreti di una agghiacciante realt  riproposta in 40 pellicole tra colori e bianco e nero. Il percorso espositivo, a cura di Marisa Lepore e Salvatore Passeggio, sar  aperto al pubblico fino al 24 Marzo 2012 negli spazi di Castel dell’Ovo-Salone delle Cortigiane-Napoli; il vernissage di apertura è previsto per sabato 17 marzo, ore 11.30.
Le foto in mostra, con realismo indagatore, crudo e didascalico documentano l’invivibilit  del contesto sociale di Bucarest, la vita miserabile, tra fogne e spazzatura, di migliaia di ragazzi anche giovanissimi costretti a sopravvivere in ambienti malsani e disumani, a respirare colla per sopperire ai morsi della fame.
Gli scatti in bianco e nero di Alessio Paduano cristallizzano i volti segnati dal dolore dei ragazzi che vivono nelle fogne adiacenti a Gara de Nord, la stazione principale di Bucarest, la più grande della Romania. Eroina e promiscuit  sono il triste leit motiv di un disco insopportabile.
Sergio Antonuccio ci conduce tra i vicoli del quartiere Rahova, uno dei più sporchi e poveri della citt , dove vivono famiglie nomadi della cosiddetta “Zona India”, a un passo dal centro, dove il tetto è lamiera e il letto è terreno contaminato. La potenza del colore non mitiga la realt  asciutta e l’ombra nostalgica del documento visivo. I due artisti ci offrono “un occhio obiettivo che si pone tra realismo e riflessione”.
Castel dell’Ovo- Salone delle Cortigiane-Napoli
Orari dal Luned al Sabato, ore 11.00-18.00
Domenica, ore 10.00-13.00 Info e contatti lpasseggio_lp@libero.it
marisalepore@inwind.it
Nelle foto, la locandina dell’evento e uno scatto di Alessio Paduano