Una policromia di associazioni, movimenti, gruppi di donne, femministe storiche e aggregazioni virtuali, blogger nuove e nuovissime, donne sole che scendono in strada per la prima volta precarie casalinghe artiste professioniste impiegate e tante donne ancora da sole in gruppo e associate… di questa realt  tanto varia differente vivace e vitale vi presento l’Associazione Filomena, uno dei tasselli di questo colorato mosaico che è il movimento Se Non Ora Quando?
Settembre 2010, si costituisce l’Associazione Filomena la rete delle donne- una delle associazioni promotrici, del Movimento Se Non Ora Quando? Allora non sapevamo ancora che nel giro di dodici mesi avremmo lanciato, insieme con tante singole e con le associazioni più diverse un sasso nello stagno con tanta forza e determinazione da agitare l’acqua stagnate della politica e della societ  italiana. Lo spirito del tempo, sicuramente.
Gi  da tempo molte donne, sconcertate dai dati di cronaca si interrogavano su cosa fare. Nella rete, in internet, sui blog qualcosa cominciava a camminare e come da citazione “Quando tante donne si muovono c’è sotto qualcosa di promettente”. Tante donne diverse, un mosaico dell’Italia femminile reale, completamente nascosta al pubblico, sostituita nell’immaginario nazionale e nei modelli di riferimento, dall’Italia del femminile mediatico e posticcio.
Filomena, associazione dal nome popolare e colto insieme, significativamente italiano, si è trovata al di fuori di questa rappresentazione del corpo femminile, inteso nella sua dimensione fisica e nella sua espressione sociale. Ci siamo sentite, in una parola, spaesate. Spaesamento è il concetto e lo stato d’animo da cui è nata Filomena, la premessa del nostro itinerario Filomena è una rete che corre sul web e coi corpi presente in tante citt  italiane e anche all’estero, perch tante sono le Filomene all’estero, doppiamente spaesate!
CONDIZIONE DI SPAESAMENTO
Questa parola ci è sembrata essere il sentimento che indica la distanza tra l’Italia femminile reale e l’Italia femminile descritta dall’immagine corrente e dai linguaggi più diffusi. Compresi i vocabolari in uso nella pubblicit , nel giornalismo, nella politica. Spaesamento è stata la condizione da cui siamo ripartite per capire chi sono le donne italiane oggi, e per formulare insieme, donne e uomini, un nuovo alfabeto di una cultura di genere e una nuova grammatica del sentire. Le Filomene sono donne diverse per generazione, lavoro, identit , che ritengono sia giunto il tempo di scrivere un vocabolario aggiornato di cosa significhi essere donne italiane oggi. Scrivere un vocabolario, scoprire le nostre nuove parole, è una tappa necessaria per capire chi siamo, e cosa chiediamo oggi al nostro Paese.
una necessit , la nostra, nata dagli eventi degli ultimi anni che hanno visto protagoniste, loro malgrado, le donne e i loro corpi. Le radici, però, sono più profonde, e la pianta che ne è nata è cresciuta in almeno un quarto di secolo. E’ necessario , dunque, spezzare definitivamente il laccio di una generalizzazione indistinta. Occorre scacciare il senso di estraniazione e spaesamento comune a molte donne. E’ d’obbligo soprattutto far emergere l’Italia delle donne reali. L’Italia delle donne “normali”, che faticano, lavorano, si impegnano e qualche volta emergono. L’ambizione di Filomena è definire le italiane d’oggi, nelle loro identit  multiple, nella loro complessa storia recente e nelle novit  che via via, nel corso degli anni, sono emerse. L’Italia femminile reale ha oggi protagoniste diverse rispetto ai tempi del boom economico, che segnò di fatto il passaggio dai modelli arcaici alla nostra modernit .
L’Italia di oggi ha le madri, molte delle quali cresciute nelle conquiste e normative del femminismo storico, e le ragazze figlie del postmoderno e della globalizzazione. Ha le operaie e, sempre più presenti, le precarie del lavoro non specializzato accanto alle precarie delle professioni. Ha le migranti e le nuove italiane, come le ragazze delle “seconde generazioni”.
LA VERITA’ SUL PAESE REALE
Chi sono, dunque, le italiane reali? Su questa domanda è nata la nostra Rete delle donne, che ha messo in comunicazione generazioni diverse, che non conoscono l’una il vocabolario dell’altra, n le rispettive storie. stato uno sforzo necessario per raggiungere obiettivi tanto ambiziosi quanto necessari. Due obiettivi, anzitutto. Il primo, ristabilire la verit  sul paese reale, dando corpo alle donne della vita quotidiana. Il secondo, superare questa sorta di “analfabetismo di ritorno” della cultura femminile e ritrovare un linguaggio capace di esprimere la pluralit  e la complessit  del mondo femminile di oggi, in Italia. Questi obiettivi si raggiungono mettendo in comunicazione mondi culturali femminili anche distanti, riaprendo i canali del confronto e del dialogo. La verit  sulle donne. La dignit  e il rispetto, oramai compresse da modelli artificiali, lontani dalla realt . La rinascita di una cultura femminile. Questi sono i nostri desideri e le nost            6                 è« «    oè  á«sptBLlibrineBlinkBBd dBd d«BpGBB«7Be«BEBBèMODEBHlèNOèBB» OJBe
BtnBBBre necessit . Queste le ragioni che ci hanno spinto con tanto entusiasmo a avere un ruolo presente e attivo nel movimento SNOQ e che prelude a una stagione lunga, da compiere, per ricominciare.

Nelle foto, due scatti dell’incontro promosso dal comitato “Se non ora quando Napoli” in collaborazione con l’Associazione Filomena la rete delle donne, nella sala multimediale del Consiglio Comunale di Napoli, in via Verdi, per presentare il rapporto CEDAW Conversione per l’Eliminazione di ogni forma di discriminazione contro le donne

*L’autrice è socia fondatrice di Filomena, la rete delle donne associazione nata per promuovere il dibattito sulle questioni di genere e la piena partecipazione femminile in tutti gli ambiti della societ  italiana, con il chiaro obiettivo di modificare lo squilibrio di genere che colpisce il nostro paese, in collaborazione con le altre realt  che perseguono le stesse finalit . Filomena è copromotrice con DiNuovo del 13 febbraio e di SNOQ. www.filomenainrete.com/