Sabato 18 ottobre, al bistrot letterario del teatro Mercadante di Napoli, Pasquale Ferro presenta il suo nuovo libro, Macedonia e Valentina. ‘O curaggio d”e femmene”(ilmondodisuklibri, pagg.112, euro 10). Con l’autore, intervengono Carlo De Angelis (parroco della chiesa San Francesco Caracciolo di Miano), Giorgio Esposito (prefetto del Rotary club flegreo), Salvatore Memoli (avvocato), Annamaria Ackermann legge un brano tratto dal racconto. Teatralizzazione del testo a cura di Valeria Ariota e Vincenzo Iavarone; scene di danza ideate dal centro Ariota. Pubblichiamo di seguito la prefazione di Annamaria Ackermann.

L’ultimo lavoro dello scrittore Pasquale Ferro, dedicato alle donne o, meglio, al loro coraggio, è un libro dalla particolare tematica che, chi ha vissuto altri tempi e altri percorsi di lettura, può consentirsi di ritenere inconsueta. Tuttavia, il lettore si lascia volentieri coinvolgere dalla particolare struttura compositiva del testo dove l’autore, nel comporre la mappa del suo vagabondaggio nel mondo di donne in amore, un amore che, meno di ogni altro, assicura certezze o felicit , inanella racconti e storie secondo un modello narrativo che sembra riferirsi a quelli illustri delle Mille e una notte o del Cunto de li cunti.
Vissute da diversi personaggi femminili, le storie sembrano avere in comune un filo conduttore, uno scopo, un io narrante che assume diverse apparenze, pur riferendosi a una stessa matrice la protagonista Macedonia che sembra mescolare, come nel suo nome, sapori e colori, dolcezza e asprezza nella sofferta polisemia della sua esperienza di vita.
I personaggi, che sembrano talvolta riferirsi al grottesco e genuino campionario della commedia dell’arte e alle sue piccole, emblematiche vite, sembrano esser chiamati all’appello dall’autore che esprime il suo codice morale sui loro sentimenti gelosia, tradimento, ingratitudine, bont  e cattiveria, generosit  ed egoismo, e, su tutto e alla base di tutto, l’amore, veleno o nettare, vita o morte, ma sempre meritevole di assoluzione, nel suo bene come nel suo male.
Molte le citazioni, le locuzioni dialettali, sempre in agguato il dramma che si gonfia in farsa o scoppia violento, emettendo liberatorio scintille.
Punto di confluenza e matrice di tutte le storie, Macedonia ha in comune con le sue compagne di percorso la propensione alla sventura e un disperato coraggio che non scade mai nella disperazione, divenendo, pertanto, elemento vincente di riscatto.
Le donne “coraggiose” di Ferro hanno anche in comune, insieme alla consapevolezza del rischio delle loro scelte, la volont  di sublimare il loro amore in costante dissonanza con la consueta partitura contro il giudizio di un mondo che ne ignora l’ardua, segreta generosit  di dedizione. Nel dipanarsi della narrazione, ci sembra anche che queste donne non manchino di quella praticit  che le porta ad anteporre a tutto la vita.
Fa ancora da timone Macedonia che, col suo buonsenso di ordinaria saggezza, finir  col recuperare entrambe le dimensioni esistenziali alle quali aspirano il suo concetto d’amore e la parte borghese della sua anima. Ecco finalmente mescolati, nelle giuste dosi, limone e zucchero, polpe di frutta e succosi acini dal cuore duro e quanto basta di diversi rosoli per vivere la nuova esistenza un “coraggioso” compromesso nel quale si concilieranno il quotidiano dei suoi doveri e l’extra-ordinario del suo amore forse, finalmente, un piccolo approdo per la sua vita di dolore e lacrime.

IL BISTROT LETTERARIO DEL MERCADANTE

Libri & caffè è il primo caffè/bistrot letterario eco-sostenibile, allestito e in cartone riciclato. Nasce su iniziativa di Edgar Colonnese e Luca Pisanti nel gennaio del 2013. Libreria dello ppettacolo, libri sulla citt  e sulla regione; narrativa italiana e straniera; editori indipendenti; vecchie locandine e programmi teatrali, cartoline, stampe. Presentazioni di libri, mostre, workshop, degustazioni…

Breakfast time, con il caffè artigianale Delizia; Brunch time con le delizie gastronomiche de Il GaMBeRo di Montecalvario e Le cuoche in giro…e ancora, i boccaccielli di Pietro Parisi, Latticini, dolci e gelati prodotti con il latte Nobile, realizzati da Scaramurè; Vasto assortimento di Vini campani; L’aperitivo neapolitan finger food con wine or drink & boccaccielli… Dalle 9 alle 19.30, dal luned al venerd. Durante la stagione teatrale, fino alla domenica, con orario degli spettacoli.
Enrico Caruso. L’emigrante con la canzone napoletana nella valigiaè la mostra che prosegue fino al 31 ottobre. Inserita nella programmazione del Forum delle Culture, in collaborazione con Associazione Terra sono esposti cimeli, curiosit  e rarit  provenienti da collezionisti di tutto il mondo.

In foto, copertina del libro e locandina dell’evento di domani