Pino Daniele. Dove tutto ha un senso c’è sentomento. E’ il titolo del libro (Kairòs edizioni, pagg.120, euro 12) che Jacopo Ottenga Barattucci dedica al cantautore napoletano che presenta sabato 13 gennaio alle 11 alla libreria Raffaello di via Kerbaker 35, al Vomero (Napoli). Intervengono con l’autore, Gino Giglio, Rosario Jermano. Modera, Giuseppe Giorgio.
Amore per la propria terra e sguardo sul mondo,  napoletanità e innovazione, blues e suoni mediterranei: l’autore mette in rilievo l’incontro tra concetti opposti nel singolare percorso artistico dell’artista partenopeo. Una sorta di compromesso che fa emergere  una personalità guidata sempre da un sentimento consapevole a tutela della propria identità, pur immersa nel villaggio globale della comunicazione.
Scrive Giglio nella presentazione: «L’autore di questo testo, classe 1993, ha pensato di coronare i suoi studi con un breve ma attento rapporto su Pino Daniele. Noi tutti sappiamo che ogni tesi di laurea nasce da ricerche e appro­fondimenti di informazioni cronologiche rilevate da ope­re scritte da penne diverse, molto spesso anche con aspetti contrastanti, ma in questo libro, a parte una serie di notizie inerenti la discografia dettagliata che rispecchia la pura re­altà, l’autore descrive, con attenta analisi, le ispirazioni che hanno condotto il cantautore napoletano alla stesura dei suoi brani. Con ammirevole profondità d’animo, Jacopo Ottenga Barattucci coglie l’esatto senso poetico di alcuni capolavo­ri di Daniele, che io, essendo stato suo vecchio amico, ho condiviso in pieno».
Barattucci è laureato in linguaggi della musica, dei media e dello spettacolo all’università G. D’Annunzio di Chieti, diplomato in pianoforte al Conservatorio di Pescara, studia Editoria, scrittura e giornalismo presso La Sapienza. È autore di racconti e collabora con testate giornalistiche online.
In foto, il disegno della copertina