Al Madre il progetto Per_formare una collezione a cura di Eugenio Viola e Alessandro Robottini, è giunto alla quarta fase (foto). Avviato nel 2013 per costituire una collezione permanente museale con lo scopo di educare con una narrazione multipla di opere di artisti e gallerie che hanno scritto la storia delle avanguardie internazionali negli ultimi decenni.
Il Museo Madre è crocevia di colte ricerche nella sperimentazione dell’arte visiva teatro musica architettura letteratura fotografia con particolare riferimento agli eventi vissuti a Napoli e in Campania negli ultimi cinquant’anni. Le quattro collezioni non seguono un ordine cronologico ma la tematica nel dialogo tra linguaggi diversi. Hanno in comune “La Rivoluzione siamo noi” del 1971 di Joseph Beuys simbolo delle relazioni tra le arti impegnate nel sociale, le ricerche di Fluxus, Arte Povera, Neo-Avanguardie, riscoperta delle tradizioni, folklore, performance, il vivere collettivo.
Artisti presenti Abramovic, Alviani, Anselmo, Artschwager, Barisani, Beckley, Bianco-Valente, Bonalumi, Lee Byars, Calzolari, Carter, Correale, Cragg, Dalisi, De Bruyckere, Desiato, Di Bello, Di Matteo, Durham, Falso Movimento, Fontana, Gilbert&George, Gillick, Graham, Gruppo XX, Hopf, Houseago, Jodice, Ilya&Emilia Kabakov, Kentridge, Kiefer, Leperino, Longobardi, Lo Savio, Lublin, Luthi, Mainolfi, Manzoni, Maraniello, Mariniello, McCollun, Melotti, Merz, Nagasawa, Ondak, Ontani, Operazione Vesuvio, Pane, Patella, Pernice, Pinelli, Rauschenberg, Scheggi, Schinwald, Scotto Di Luzio, Sherman, Sottsass, Spalletti, Steinbach, Sugimoto, Tatafiore, Tibaldi, Warhol, West.
Nella sua articolazione progettuale, il Madre è un centro socialmente attivo nella citt  e nella Regione nel connettere varie realt  culturali contemporanee in collaborazione con le Universit  della Campania, Accademia di Belle Arti di Napoli, gallerie e Fondazioni internazionali, Museo Nitsch. Attivit  al Museo. Sabato, domenica e luned, fino a giugno dalle 11 alle 17 i visitatori saranno coinvolti in una visita gratuita assistiti da operatori didattici. Prenotazione fino ad esaurimento posti con ingresso a pagamento.
Famiglia Madre domenica 28 giugno ore 10,30-13,30. Adulti e bambini alle mostre del Museo. La grande sala al piano terra con la mostra di Daniel Buren si trasformer  in uno spazio ludico. Al termine della visita, con gli operatori i visitatori progetteranno il proprio “giardino d’infanzia” ideale. Attivit  e ingresso gratuito per max 50 visitatori prenotati. “Madre in gioco” campus estivo al Museo con laboratorio didattico per bambini dai 6 ai 10 anni dalle ore 9 alle 16 nei giorni 22, 26, 29 giugno e 6, 10 luglio. La loro giornata prevede lezione, laboratorio, merendina e pranzo in caffetteria. Si conclude col video in cui saranno protagonisti da mostrare ai parenti. Il piccolo avr  il diploma “esperti di Arte Contemporanea”. Artista di riferimento Buren.

Per saperne di più
www.madrenapoli.it