Missione compiuta. Per Stefania e Tiziana De Tora, moglie e figlia di Gianni, artista indimenticato, scomparso nel 2007 dopo aver coraggiosamente combattuto contro un male incurabile. Avevano deciso ( e ci sono riuscite) di dedicargli un progetto "Territorio indeterminato", non semplicemente una mostra, attraverso quattro tappe Napoli, Caserta, Benevento e Roma. Un evento diluito nel tempo per illustrare quanto fosse ancora viva la lezione di un protagonista del Novecento, impegnato nella continua sperimentazione artistica, partendo dalla base del mondo, la geometria.
Cominciato esattamente un anno fa proprio nella sala degli angeli dell’Universit  Suor Orsola Benincasa, il progetto prevede un nuovo incontro domani pomeriggio, alle 17.30, nella stessa sede e nello stesso spazio, alle 17.30. L’evento, al quale partecipano il rettore Luciano D’Alessandro, Tiziana De Tora e presidenti della Lega italiana lotta tumori di Napoli e Benevento, Adolfo Gallipoli D’Errico e Salvatore Francione, coordinato da Michelangelo Iossa
sar  aperto dalla performance di danza contemporanea degli allievi del liceo coreutico del Suor Orsola Benincasa (coreografia di Monica De Benedetta sul brano “Labirinto di Luce”, del pianista e compositore Sebastiano Cascone) mentre si proietter  il video “Labirinti la luce della ricerca”, girato nell’opera/istallazione “Il labirinto” di Gianni De Tora, ospitata nel cortile del Dipartimento di Lettere e Beni Culturali della Sun , per il ciclo Le Aule dell’Arte, coordinato dalla Gaia Salvatori.
Completer  il rendez-vous dedicato a De Tora la presentazione del primo cofanetto (CD + libro) del musicista e scrittore Fabrizio Fedele, “Il sole risplende in Indocina” lanciato da Spazio Creativo Edizioni. Una suite in tre brani strumentali (Alba / Il Sole Risplende in Indocina / Tramonto), ispirata dall’opera omonima di Gianni De Tora del 1975 e il libro “Cerchi di luce soffusa”, otto storie incastonate nella vita semplice di ogni giorno. Saranno presenti anche i musicisti Corrado Calignano (basso) e Davide Ferrante (batteria). Si chiude, cos, il cerchio magico dell’ispirazione tra movimento, immagini, musica e parole. Nel territorio inderteminato della creativit .

Per saperne di più sull’iniziativa editoriale

www.spaziocreativoedizioni.it

Nelle foto, in alto, De Tora (a destra) con Restany e la copertina del cofanetto

artstudio93@libero.it