Macedonia e Valentina (‘O curaggio d’ ‘e femmene) debutta al Centro Teatro Spazio di San Giorgio Cremano, inaugurandone la nuova stagione. Da venerdì 27 di ottobre a domenica 12 novembre (venerdì e sabato alle 21, la domenica alle 18.30).
 Macedonia e Valentina sono le protagoniste del romanzo breve (omonimo) di Pasquale Ferro (pubblicato da ilmondodisuk, premio Nuove Lettere): racconta la storia di una suora  che si innamora perdutamente di una carcerata.  Tuttavia non narra  solo la passione naturale tra due donne, ma affronta anche la condizione delle detenute, la violenza sulle donne, il grande amore di una madre per il proprio figlio con problemi di handicap.
Ci siamo già occupati, su questo portale, del connubio artistico tra Pasquale Ferro autore di teatro/scrittore, e Vincenzo Borrelli regista/attore, direttore artistico dello storico spazio di San Giorgio, nonché del seguitissimo laboratorio teatrale.
I due continuano un percorso fatto di stima reciproca, costruito su una collaborazione forte e importante, portando in scena testi come Mercanti di anime e di usura, uno spettacolo che gira da oltre dieci anni riscuotendo ogni volta successo di pubblico.
Testi a volte scomodi che Borrelli dirige con leggerezza registica e idee sceniche innovative, contaminandoli con scelte musicali di grande effetto e avvalendosi della collaborazione dei cantanti/attori Simone Somma e Antonio Tatarella.
Ma ritorniamo alle nostre eroine… già eroine, perché combatterano contro le malelingue, il mondo, le istituzioni, la vita e lo faranno in nome dell’amore. Due Giovanna D’Arco che non verranno mai bruciate, ma lotteranno insieme con dissimili culture, linguaggi e atti coraggiosi.
Sul palco, troveremo le attrici Cristina Ammendola, nella parte di Macedonia e Marina Billwiller, che sarà Valentina. Le due interpreti (foto)  hanno già affrontato i testi di Ferro: ricordiamo la loro ottima prova in Mario, la donna dei mari neri.
Le affiancherà Nancy Fontanella che darà corpo al personaggio di Lovesella, carceriera e madre, in uno sdoppiamento di personalità tra il quotidiano e le mura del carcere. Myriam Lattanzio, autrice delle inedite canzoni, regalerà la sua voce dal vivo, mentre  Borrelli, oltre a firmare la regia, si calerà nei panni di Battilocchio.
Vincitore di premi letterari, tradotto in lingua russo, Ferro  fa del suo libro un adattamento teatrale (come per quasi tutti i suoi lavori) creando con Borrelli una pièce  intessuta di musica e grandi emozioni. Ispirato da una storia reale, è uno spettacolo da non perdere dove verranno toccate tutte le corde dell’anima.

Centro Teatro Spazio
Via San Giorgio Vecchio 31
San Giorgio Cremano, Napoli
tel. 0815744936