Entra nelle viscere della città, Giovanni Castaldi, performer di origine partenopea. Venerdì 27 aprile, presentando al pubblico di Napoli sotterranea (in piazza San Gaetano 68), la performance live itinerante, il viaggio che  chiude il suo itinerario di Dissolvimenti, tra eros e thanatos, accompagnato dal violino di Anna Rita Di Pace.
In un  luogo esoterico, carico di simboli,  gli spettatori si troveranno di fonte ad anime narranti, messaggeri di monologhi scritti dallo stesso Castaldi (foto di Claudia Del Giudice), ma anche ispirati da Giordano Bruno e  testi sacri.
Rappresentazione unita a visita guidata per interpretare le tematiche sociali, filosofiche, metafisiche attraversate dall’autore in una dimensione onirica dove il pubblico diventa parte integrante dello spettacolo.
Tutto ha un senso, trasformato in una convergenza artistica che sfugge a ogni rigidità tecnica, una fusione espressiva che dà forma a visioni e conflitti, impulsi che  provengono dalla realtà e dalle sollecitazioni della vita. E’ la vita, in primis, infatti a ispirare l’artista, con le sue luci e ombre che lo hanno spinto in giro per l’Italia , ma anche  per l’Europa, uscendo fuori da ogni tipo di omologazione. A ogni giro, una nuova rinascita. Ovvero , l’armonia dell’identità.
Per saperne di più
tel. 3206973016
Ingresso solo su invito e prenotazione