Demoni e pastori. Angeli e leggende campane. Senza tralasciare la reinvenzione dell’arte contemporanea: il capitone su meridiana o il Pulcinella/San Sebastiano trafitto da corni. Diversi sono i volti della Scarabattola (laboratorio d’arte dei fratelli Scuotto, in via dei Tribunali 50, Napoli), in mostra da oggi (ore 18) al complesso monumentale di San Lorenzo Maggiore (via dei Tribunali 316) con “Tradizione in azione Un percorso d’arte tra tradizione e contemporaneit “.

“Gli Scuotto fanno, non delegano” queste le parole di Luca Beatrice, responsabile del Padiglione Italia della Biennale di Venezia e autore della prefazione del catalogo “Scu8 Maninarte”.

E questo “fare” degli “originali eredi della Transavanguardia”, come li ha definiti il critico, è visibile nelle ventisette opere esposte a San Lorenzo. La luna nel pozzo, Maria `a Manilonga, il Cristo allo specchio si fondono negli spazi del chiostro regalando una nuova prospettiva di visione e delle opere e del complesso.

Non solo una gioia per gli occhi, ma anche per le orecchi e il palato. Le voce di Marcello Colasurdo e le note dei Damadak  delizieranno i visitatori durante la degustazione di vini, proposte dai sommelier di Citt  del Gusto- Gambero Rosso, da accompagnare alle eccellenze gastronomiche campane offerte dalla pizzeria Sorbillo, la cioccolateria Gay Odin, il tarallificio Leopoldo, la pasticceria Scaturchio e il ristorante La stanza del Gusto.

Un incontro di arte, suoni e gusto per accogliere il nuovo percorso gestionale del complesso monumentale di San Lorenzo Maggiore. Un percorso atto a promuovere il patrimonio storico, artistico e archeologico della struttura, ma anche imprimere alla stessa una nuova identit .

Nella foto di Maria Volpe Prignano, un diavolo realizzato dai fratelli Scuotto

LA NOTIZIA I ROSACROCE E IL 2012

Secondo il calendario Maya, l’attuale Et  dell’Oro, la quinta, terminer  il 21 dicembre 2012. Cosa ci aspetta venerd 21 dicembre 2012, data spartiacque e fatidica, che accende la fantasia di ricercatori e appassionati?

“2012- Fine o nuovo inizio?” sar  il tema della conferenze che il Lectorium Rosicrucianum terr  oggi, mercoled 18 novembre (ore 20) al Centro Bioedile, in Vico S. Pietro a Maiella 6 a Napoli (entrata da Piazza Bellini, dal cortile del palazzo al n6).

Gli appuntamenti continuano con un ciclo sulla filosofia dei Rosacroce.

Il calendario:

24 novembre (ore 19 Treves, sotto il porticato di piazza Plebiscito 11/12, Napoli) e 25 (ore 20 Centro Bioedile): introduzione al corso

1 dicembre (ore 19 Treves) e 2 (ore 20 Centro Bioedile): iniziazione

9 dicembre (ore 19 Treves e ore 20 Centro Bioedile): illuminazione

15 dicembre (ore 19 Treves) e 16 (ore 20 Centro Bioedile): liberazione

Chi fosse interessato ma impossibilitato a seguire le serate, potr  ricevere gratuitamente un corso in 5 lettere, inviarndo una mail a: campania@rosacroce.info o collegandosi al sito www.rosacroce.info