“La via del Dharma” è il titolo della conferenza che si terr  mercoled 18 marzo a partire dalle ore 16.00 presso la sede dell’Istituto Italiano di Studi Filosofici (via Monte di Dio n. 14).
L’evento è organizzato dall’Istituto di Palazzo Serra di Cassano in collaborazione con l’Associazione “Le Tre Ghinee/Nemesiache”, nell’ambito della mostra “Omaggio al Tibet” dell’artista Teresa Mangiacapra (Niobe), che è in programmazione nelle sale dell’istituto di via Monte di Dio fino al prossimo 8 aprile.
L’iniziativa intende attivare una rete cittadina a sostegno della ricostruzione della sala di meditazione dell’Istituto Lama Tzong Khapa di Pomaia, in provincia di Pisa.
Il 26 dicembre 2008 un corto circuito nella sala di meditazione (il “gompa”) del monastero buddhista sviluppò un devastante incendio nei locali di una delle più importanti istituzioni per lo studio e la pratica del buddhismo di tradizione tibetana in tutta Europa.
I danni all’antico castello adibito a monastero risultarono particolarmente ingenti il tetto dell’edificio; l’altare con le diverse statue del Buddha, le tanke, alcune delle quali molto antiche; libri antichi di valore incommensurabile; statue e dipinti dell’800 sono stati completamente distrutti dall’incendio.
L’appello dell’Unione Buddhista Italiana per un aiuto nella ricostruzione ha trovato una concreta adesione dai partecipanti all’evento, organizzato dalla fotografa Eliana Esposito.
Sono previsti gli interventi di Mario Mastropaolo, docente di Psicologia generale all’Universit  “Federico II” di Napoli, sul tema “Buddhismo e psicologia”; Marco Calvetti, rappresentante dell’Istituto Lama Tzong Khapa, su “La via del Dharma”; Orfeo Soldati del Sangha Rimè Italia, che porter  il saluto di Raffaello Longo, presidente dell’Istituto Lama Tzong Khapa.
Sar  un’occasione per riflettere sui rapporti tra psicologia e Buddhismo e sui percorsi spirituali basati su tecniche meditative, che affondano le loro radici nell’antica filosofia orientale.
Inevitabile anche il riferimento alle sofferenze del popolo tibetano, da decenni vittima di una politica di persecuzione e pulizia etnica.
Lo ha spiegato Teresa Mangiacapra, presentando la sua mostra a Palazzo Serra di Cassano “Questo mio lavoro vuole essere un omaggio al Tibet, alle sue donne fiere e coraggiose come amazzoni, al suo popolo in esilio. E una denuncia contro ogni sopruso e repressione perpetrato contro minoranze etniche, religiose e culturali”.
Ogni altra iniziativa di solidariet  e di aiuto concreto potr  essere concordata con la direzione dell’Istituto Lama Tzong Khapa.

Nella foto, il monastero buddista di Pomaia

Per i contatti
tel. 050.685654
fax. 050.685695
e-mail info@iltk.it

L’ESORDIO DI LUCIANO GALASSI

Sotto i portici di piazza del Plebiscito. La libreria Treves propone “Sigma +. Di donne, di gatti e altri misteri” di Luciano Galassi, Kairòs Edizioni.
Incontro con l’autore. intervengono Gloria Persico e Maurizio Sibilio. Modera Maurizio Vitiello. Letture di Romy Galassi.
“Sigma più”, segno di accrescimento nella fisica quantistica, è in questa raccolta (Kairòs Edizioni, 136 pp., 14.00 euro) il filo conduttore di vicende singolari popolate da teneri felini e da donne seducenti e minacciose.
Un esordio nella narrativa all’insegna del paradosso in cui può accadere che un primario ospedaliero si esponga al ridicolo dichiarandosi ad una splendida giovane incontrata su un autobus o che un uomo divenga preda dell’ossessione amorosa per una misteriosa donna dal volto costantemente imbellettato.
Quindici storie di viaggi dall’esito imprevisto o di frustranti avventure sentimentali sullo sfondo di una Napoli trasognata e sonnacchiosa.
Con la collana “Storie di Megaride” la Kairòs Edizioni consente ad autori, esordienti ed affermati, di cimentarsi nella molteplicit  dei sottogeneri in cui si frammenta la prosa letteraria. L’obiettivo è quello di costruire storie che riescano a far rivivere luoghi e personaggi di Napoli e della Campania.