Dopo il successo dell’anno scorso ritorna, il 7 agosto 2011 nel favoloso sito archeologico di Paestum, l’evento L’Alba dei Tempi con lo spettacolo “Il Mito di Chronos”. Un appuntamento imperdibile, dunque, che porta alla rievocazione del mito, attraverso la figura di Chronos.

Il pubblico potr  accedere all’area destinata allo spettacolo ai piedi del maestoso Tempio di Nettuno tra la notte del 6 e l’alba del 7 agosto, dalle 3.30 alle 4.15 del mattino. L’ingresso è gratuito. A raccontare della nascita di questo suggestivo evento e dell’edizione 2011 lo scrittore nonch promotore dell’evento, Maurizio Ponticello.

Ci parli dell’alba dei tempi.
“L’appuntamento è dedicato alla rievocazione del mito e all’esaltazione della luce, e porta in scena nel favoloso sito archeologico di Paestum il racconto di Chronos, personaggio complesso e di non facile interpretazione ma che, grazie alla creativit  e agli espedienti spettacolari e suggestivi anche attraverso l’utilizzo di tecnologie innovative trova una sua ben precisa collocazione all’interno di uno spettacolo coreografico-teatrale in grado di generare stupore e, prima di ogni altra cosa, emozione. Sulla scena si esibiranno ben 22 ballerini mentre le parti recitate sono assegnate all’attrice Silvia Bilotti, nel ruolo di Calliope, e all’attore Daniele Cantalupo, nel ruolo di Esiodo, ambedue noti artisti del cinema e del teatro”.

Le novit  di quest’anno.
“L’appuntamento 2011 è connotato da elementi che segnano il passaggio dal tempo indefinito a quello definito, ciò che è, appunto, raccontato da uno dei miti greci più antichi e suggestivi. Per quanto riguarda lo spettacolo, l’innovazione riguarda le sonorit  e i ritmi della composizione musicale (un’opera inedita di Luigi Mogrovejo), coreografia (curata da Fabrizio Esposito) e la messa a punto del racconto mitologico in chiave contemporanea sotto la direzione, sceneggiatura e regia di Giuseppe Rizzo. Per l’evento che sar  indimenticabile! è previsto l’utilizzo di tecnologie di ultima generazione di una nota azienda americana, leader nella progettazione e produzione di sofisticate apparecchiature per gli effetti interattivi spettacolari. L’inizio della kermesse è prevista alle 4.30 della mattina e ha la durata di un’ora, fino alle prime luci dell’alba. Sar  un’esperienza straordinaria…”.

Com’è stato curato lo spettacolo Il mito di Chronos.
“Lo spettacolo è strutturato per accompagnare, nella composizione artistica e nei rigorosi tempi di esecuzione, il passaggio dalla notte al giorno attraverso il racconto, i personaggi, la musica e la danza su uno dei palcoscenici più belli del mondo, il Tempio di Nettuno. Il format dell’evento “L’Alba dei Tempi” impone regole precise e rigorose nell’utilizzo di allestimenti, impianti e apparecchiature di minimo impatto ambientale nel rispetto della location che, gi  da sola, emoziona per la sua atmosfera unica e suggestiva”.

Obiettivo dell’evento?
“L’obiettivo è quello di creare un evento stabile di grande attrazione turistica per l’intero territorio campano che possa contribuire a integrare l’offerta degli operatori turistici e a promuovere il patrimonio culturale e archeologico campano nel mondo. Come afferma l’archeologa Laura del Verme, direttore artistico del progetto e da anni consulente del comune di Agropoli per il settore cultura, "Questi luoghi, inseriti nella lista del patrimonio mondiale dell’umanit  dal 1992, meritano una grande attenzione e una cura che li preservi dall’aggressione di eventi spettacolari che nulla hanno a che vedere con le bellezze storico artistiche del nostro paese"”.

In alto, la locandina. In basso, da sinistra, Silvia Bilotti e due immagini di Paestum

LA NOTIZIA – MARATEA FILM FESTIVAL

Tre giorni di film e incontri nello splendido borgo lucano di Maratea. Al via la terza edizione del Maratea Film Festival, dove protagonista è il “Sud” con tre giorni densi di incontri, approfondimenti, film e ospiti d’eccezione. Dal 5 al 7 agosto, nel suggestivo scenario della Piazzetta di Fiumicello di Maratea, l’evento illuminer  con tante iniziative lo splendido borgo, perla del golfo di Policastro. Saranno ospiti della rassegna Willem Dafoe, Giada Colagrande, Paola Cortellesi, Piera Detassis, Riccardo Milani, Laura Morante e Maya Sansa che incontreranno ogni giorno alle 21 il pubblico dell’estate di Maratea intervistati da Antonio Monda, scrittore e docente di cinema alla New York University.