Luisa Miller torna al san Carlo, dopo il grande successo al Festival di Primavera di Budapest, dove il raffinato pubblico del Bla Bartk Concert Hall ha accolto con una standing ovation Orchestra e Coro del Massimo napoletano. Da marted 5 maggio ore 20. 30 – e in replica tutti i giorni fino al 10 maggio l’opera scritta da Verdi proprio per il Lirico di Napoli arriva anche al San Carlo. La forma scenica del capolavoro verdiano avr  la regia di Andrea De Rosa (foto), tra i più apprezzati registi della sua generazione, le scene di Sergio Tramonti, premio Abbiati 2012 per Cavalleria Rusticana, e i costumi di Alessandro Lai che il pubblico napoletano ha gi  avuto modo di applaudire per gli splendidi costumi de La traviata nel 2012.
E alle vittime del terribile terremoto che ha sconvolto il Nepal sar  dedicata la rappresentazione del 6 maggio. Dipendenti, iscritti alle sigle sindacali unitarie e tutto il pubblico di Luisa Miller saranno incoraggiati a fare offerte e donazioni al personale di Agire Agenzia Italiana per la Risposta alle Emergenze e di Unicef Campania Onlus che sar  presente in sala durante lo spettacolo del 6 maggio e per tutte le repliche fino al 10 maggio. In particolare, per Unicef Campania Onlus interverr  anche la presidente Margherita Dini Ciacci.
«Il San Carlo afferma la sovrintendente Rosanna Purchia – da sempre impegnato per il sociale, non può dimenticare le popolazioni colpite da un cos grave sisma.Non possiamo restare inermi davanti alle immagini di migliaia di bambini senz’acqua ed è per questo che voglio ringraziare l’Unicef, l’agenzia Agire tutti i lavoratori e le sigle sindacali per aver aderito a questa iniziativa. Di fronte ad una catastrofe di questa portata abbiamo tutti il dovere di manifestare vicinanza, solidariet  e sostegno ai sopravvissuti di un’enorme tragedia».