“Non c’è gloria più grande per uomo che mostrare la leggerezza dei suoi piedi e la forza delle sue braccia”.  Parola di Omero, cantore dell’antichità, di quel  mondo da cui nacque la serentià del discobolo nel suo realismo fisico. Scolpito dall’ateniese Fidia o ancor prima da Mirone di Eleutère. Lo sport, fulgida stella di una passato remoto che brilla sempre più nel mondo di oggi. E nella polotica di rilancio del  Mann (Museo archeologico di Napoli) non poteva mancare.
Così dopo sette giorni intensi del Festival internazionale delle Muse tra musica, dibattiti, incontri, danza e teatro, ecco  Manntenersinforma”. Un gioco di parole che annuncia una intensa kermesse di  due giorni, sa 29 e domenica 30 aprile.
«Come è noto- ha spiegato stamattina  il direttore Paolo Giulierini durante la conferenza stampa
– grande è stata l’importanza dello sport nel mondo antico basti pensare alle civiltà greca.  Con Manntenersinforma vogliano focalizzare l’attenzione sui valori che la pratica sportiva conserva più che mai al giorno d’oggi. Accoglieremo  con molto piacere  in questa due giorni tanti giovani atleti e le loro famiglie per vivere insieme giornate dedicate al benessere e alla cultura».
Gli fa eco Gennaro Acunzo, ideatore del progetto e protagonista dello sport giovanile partenopeo. «L’idea mi è venuta guardando  il film “Una Notte al Museo”  con le sue statue animate. Il nostro intento è appunto quello di animare il Museo  renderlo vivo, vederlo con occhi diversi e scoprire le sue meraviglie giocando».
Ad arricchire il tutto, anche una postazione video che  proporrà una proiezione sulle discipline presenti durante la  manifestazione. E ci saranno 3 visite guidate al giorno per far tuffare gli spettatori nel passato sportivo custodito nell’ex Palazzo degli studi.  Un nuovo modo per aprire la struttura museale al terrritorio. L’Archeologico noin finisce di stupire turisti e napoletani.

ECCO IL PROGRAMMA
Alle 9 partenza della staffetta con fiaccola da Piazza Carlo III (previsti 4 staffettisti) e arrivo all’ingresso del  Museo. Il direttore accenderà  la fiaccola olimpica 2004, messa a disposizione da Davide TIZZANO, Campione Olimpionico di Canottaggio.

Sabato 29 aprile
Ore 9.30    – Saluto del direttore  che presenta la manifestazione

Ore 10  – Inizio delle attività

Ore 13  – Chiusura manifestazione
Domenica 30
Ore 9  – Inizio delle attività

Ore 13  – Chiusura manifestazione

Presenti all’evento: FIPAV Napoli – Volley, FIDAAL Napoli – Atletica, FIPE Napoli – Pesistica, FIK Campania – Karate, CRC RUGBY Campania, C.S.I. Napoli e la ONLUS Carmine Gallo.
In foto, uno scorcio del Mann (interno)


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

29 – 30 aprile

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Non c’è gloria più grande per uomo che mostrare la leggerezza dei suoi piedi e la forza delle sue braccia”. Parola di Omero, cantore dell’antichità che fa venire in mente il realismo del discobolo scolpito dall’ateniese Fidia ma ancora prima dal greco Mirone. Grande  mondo antio la cui anima  è custoditoa a Napoli nelle bellssimne sale del Mann (museo archeologico nazionale di Napoli) in pieno rilancio orghestrato dal direttore  Paolo Giulierini.
E dopo  il primo Festival internazionale organizzato da un museo autonomo statale dopo la Riforma Franceschini. Al Mann il Museo Archeologico Nazionale di Napoli che per sette  giorni  ha celebratoletteratura, musica, teatro, danza, scienza, arte, cinema, fumetti e tanto altro ecco la nuova iniziativa presentata stamattina,