Teatro cerca casa è giunto al 5 anno percorrendo dal 2012 su un tapis roulant di successi in 80 case facendo spettacoli per circa 10.000 spettatori. Manlio Santanelli, ideatore e direttore artistico, riprende una antica tradizione ancora viva a Napoli con circoli culturali in casa che ospitano, ad appuntamenti fissi, poeti scrittori cantanti musicisti invitati per serate con gli amici del padrone di casa che assume il ruolo di mecenate come re, nobili dei secoli d’oro della citt .
Il teatro in salotto diventa per gli attori occasione di farsi conoscere, di avere un contatto ravvicinato con il pubblico. Gli spettacoli sono brevi e divertenti. Il regista e l’autore sono artigiani nell’abbozzare un’opera che, se piace, può ampliarsi e completarsi con costumi di scena, scenografia, disegno luci, effetti speciali, per un vero palcoscenico. Il sipario si alza luned 3 ottobre, ore 18.00, a casa Santanelli, via Sagrera 23 nei pressi di piazza Medaglie d’oro, con “Per disgrazia ricevuta”, scritto da Manlio, in scena Gea Martire.
Sabato 8 ottobre, ore 20.30, a casa La Gioia con “Il mese del rosario” della cantautrice Flo ed Ernesto Nobili alla chitarra. Il 22 ottobre, a casa Merolillo, a Santa Maria Capua Vetere La Venere dei Terremoti di Manlio con Roberto Azzurro. Il 27 ottobre, a Portici, a casa Bonadies, in scena “Canto in casa. Canti sacri, d’amore, di lavoro, di pianto, di festa delle antiche comunit  contadine lucane”. In programma “Vita, morte e resurrezione di Policinella Cetrulo”, con le guarattelle di Bruno Leone; “Massimo Circo” di Francesco Paglino e Fabio D’Addio; “Conversazione con la morte” di Giovanni Testori; “Non ci resta che vivere” regia di Sergio Di Paola. Renato Carpentieri, regista, interprete di “Tutta una vita. Studio su L’Enciclopedia dei morti” di Danilo KiÅ, anche regista di “Mi voleva Strehler ” con Valeria Luchetti; Michele Danubio e Laura Borrelli protagonisti di “Maria d’Avalos. Canti di amore e morte”; Massimiliano Fo  in “Un uomo piccolo da Gli ultimi giganti ” di Francis Place; “Piccoli crimini coniugali” da Eric-Emmanuel Schmitt con Valentina Elia e Michele Schiano di Cola regista; “Spiritilli e altri incontri” di e con Enzo Moscato.
Tra gli spettacoli musicali Francesca Morgante (voce) e Mauro Squillante (calascione) in “Te ‘conto lo cunto”, tratto da “Lo cunto de li cunti” di G. Basile; Maresa Galli voce e Luca Signorini violoncello, in “Sketches of swing”; la musica brasiliana in “Dois mundos e uma s musica” di Robertinho Bastos voce e percussione, Arlen Azevedo chitarra ed Enzo Anastasio sassofonista; la musica classica con Luca Signorini, primo violoncellista del Teatro San Carlo in “Non solo Bach”; “Gli amici se ne vanno. Le note diseguali di Umberto Bindi “di Gianmarco Cesario e Antonio Mocciola con Massimo Masiello e Letti Sfatti; “Lei, Kurt Weill. La donna nelle musiche di Weill”, con Patrizia Spinosi, Antonio Ottaviano al piano, regia di Mariano Bauduin.
Quest’anno, vincitore del premio “Biglietto d’oro” è lo spettacolo “Io, tra di voi”, scritto da Cesario e Mocciola; a “Canto in casa ” di e con Caterina Pontrandolfo il premio “Il Teatro cerca Casa”; alla signora Sonia Zoppoli il premio “Fedelt “.

Nel mese di ottobre ci sar  una raccolta fondi a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto del centro Italia.
Per assistere agli spettacoli della rassegna organizzata da Livia Coletta e Ileana Bonadies, t. 3343347090 – 081 5782460, o info@ilteatrocercacasa.it. A chi prenota verr  fornito l’indirizzo del luogo che ospita lo spettacolo.