Una notte al museo con il coro femminile del San Carlo. Dalle 19, venerd 13 maggio.
Dopo speciale visita guidata alla collezione farnese cui seguir , alle 21 .30 l’evento musicale diretto da Marco Faelli.
Il coro canter  davanti al “Toro Farnese”, capolavoro del
virtuosismo scultoreo ellenistico, ed è dunque particolarmente indicato aprire il concerto con
uno dei pochissimi frammenti di musica greca giunti fino a noi, il cosiddetto “Primo Inno
Delfico”. Un inno sacro ad Apollo, che nel 138 a.C. era stato inciso su
una stele nel Tesoro degli Ateniesi di Delfi, come offerta alla divinit ; ritrovato l’inno nel 1893,
Gabriel Faurè (1845 1924) ne realizzò una suggestiva rielaborazione (1894), che è quella
che verr  eseguita dal Coro femminile.
Il programma proporr  poi sia brani liederistici di
Schubert e Schumann,
sia alcune delle più celebri pagine corali operistiche.
Di Schubert verranno eseguiti il Coronach, ispirato alla Donna del lago di Walter Scott, e il
Salmo 23, di Schumann verranno eseguiti Soldatenbraut op.69 n.4, Der Wasserman,op. 91
n 9 e Der Bleicherin Nachtlied, op. 91 n 11. Nella seconda parte il “Coro di streghe” da
Macbeth di Giuseppe Verdi, il “Coro di Pastorelle” da Andrea Chenier di Umberto Giordano e il
“Coro delle sigaraie” da Carmen di Georges Bizet.
La serata è promossa dall’associazione "Argento vivo",
impegnata nella lotta al disagio infantile sul territorio cittadino e non solo.

Negli anni, ha operato con iniziative dedicate all’infanzia in collaborazione
con le principali istituzioni partenopee, con altre
realt  associative, con le Forze dell’ordine. Importanti i risultati raggiunti in tema di
legalit , di inclusione di minori a rischio, di
supporto ai piccoli pazienti affetti da patologie
oncologiche o bisognosi di lunga assistenza. Il biglietto costa 20 euro (posto unico) e il ricavato sar  destinato alle "Opere del padre Onlus" e a "Milleculure".

Per acquistare il biglietto
www.teatrosancarlo.it/it/spettacoli/una-notte-al-museo.html

Nella foto, il Toro farnese