Dopo il successo della prima edizione, torna il 21 giugno (fino al 21 luglio), al Teatro Grande di Pompei (foto), la seconda edizione della rassegna Pompei theatrum mundi. Un progetto quadriennale che si inserisce nel più vasto programma di promozione del parco archeologico campano. Tutti gli spettacoli iniziano alle 21.
In scena, un nuovo ciclo di testi classici con quattro grandi opere – tre delle quali in prima assoluta – proposte al pubblico nell’affascinante atmosfera degli scavi. Si parte il 21 giugno, alle 21, con il debutto di Salomè di Oscar Wilde nella messa in scena di Luca De Fusco, Eros Pagni, Gaia Aprea, Anita Bartolucci, che replicherà il 22 e il 23 giugno.
«Salomè – dichiara il regista – è perfetta per il Teatro Grande di Pompei, essendo ambientata in epoca romana e non greca come la maggior parte dei testi che rappresentiamo. Essendo poi nota la mia passione sulle contaminazioni tra teatro, danza, musica e cinema, Salomé, con la sua luna piena incombente e allucinata, con la sua danza dei sette veli, sembra quindi un testo ideale per questo teatro “spurio” che prediligo da tempo».
Secondo spettacolo in programma, Il 5, 6 e 7 luglio è Oedipus di Robert Wilsonda Oidípūs týrannos di Sofocle, prima tappa dell’allestimento sitespecific ideato e progettato nell’ambito di Conversazioni 2018, ciclo di spettacoli classici del Teatro Olimpico di Vicenza, coprodotto dal Teatro Stabile di Napoli-Teatro Nazionale, a cura di Change Performing Arts. Alle rappresentazioni di Pompei seguiranno quelle al Teatro Olimpico di Vicenza dal 4 al 7 ottobre 2018.
Il 12, 13 e 14 luglio, in prima assolutaEmio Grego e Pieter C. Scholten, coreografi del Ballet National de Marseille (Francia) propongono Non solo Medea, tratto da Euripide, Sofocle e altri autori greci, su produzione del Teatro Stabile di Napoli-Teatro Nazionale e Ballet National de Marseille in coproduzione con International Dance Festival I Vaison Danses, con la partecipazione dell’attrice Manuela Mandracchia. Una tragedia dei nostri giorni ambientata tra le rovine della città sepolta dalla cenere.
Quarto e ultimo spettacolo della rassegna, l’Eracle di Euripide nella messinscena  di Emma Dante, che approda al Teatro Grande di Pompei il 19, 20 e 21 luglio. Prima tappa italiana, dopo il debutto al 54mo Festival del Teatro Greco di Siracusa. Dramma della follia, appassionante e struggente, ricco di colpi di scena.
Quest’anno raggiungere Pompei sarà più facile, grazie al servizio bus  (andata e ritorno) dal Teatro Mercadante al Teatro Grande di Pompei. Il biglietto, che costa 10 euro, si può acquistare entro e non oltre 48 ore prima dell’inizio dello spettacolo. Sarà anche possibile comprarlo insieme  allo spettacolo online su www.vivaticket.it o alle biglietterie dei teatri Mercadante e San Ferdinando. La navetta partirà dallo spazio antistante il Teatro Mercadante non oltre le ore 19,30. Al ritorno da Piazza Esedra entro e non oltre 20 minuti dalla fine della rappresentazione
Per saperne di più
www. teatrostabilenapoli.it

 

 

Teatro Mercadante Piazza Municipio Napoli
tel. 081 551 3396
orari: dal lunedì al venerdì 10.30 > 19.00, sabato 10.30 > 13.30
Teatro San Ferdinando Piazza Eduardo De Filippo 20 Napoli
tel. 081 292 030
orari: dal lunedì al venerdì 10.30 > 17.00, sabato 10.30 > 13.30
biglietteria@teatrostabilenapoli.it

 

 

 

 

 

info: www. teatrostabilenapoli.it > Pompei