Ricerca, innovazione, sviluppo dei progetti finanziati dall’Unione Europea, internazionalizzazione degli studi, placement degli studenti.  Un progetto che l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli a Bruxelles dove avrà un centro per gli affari Internazionali, all’interno dell’Ufficio comunitario della Regione Campania a due passi dal parlamento e dalla commissione europei.
Presentazione dell’iniziativa oggi  giovedì 6 dicembre alle ore 17 all’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles in occasione della tavola rotonda dedicata al tema Educare alla cultura: le istituzioni ed il patrimonio culturale al servizio della cittadinanza europea. Un evento che rientra tra le iniziative italiane riconosciute dal Mibact nell’ambito dell’Anno Europeo del Patrimonio culturale, per promuovere, come sancito dal Parlamento Europeo, una riflessione sul valore del patrimonio culturale dell’Europa quale “fonte condivisa di memoria, comprensione, identità, dialogo, coesione e creatività”.
All’incontro, coordinato dal direttore di Eunews.it, Lorenzo Robustelli, prenderanno parte, insieme al rettore dell’Università Suor Orsola Benincasa, Lucio d’Alessandro, il direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles, Paolo Grossi, il direttore dell’Ufficio Comunitario della Regione Campania, Dario Gargiulo, il direttore dell’Ufficio Unesco di Bruxelles, Paolo Fontani, il responsabile dell’Unità “Intellectual Property and Technology Transfer” del Joint Research Centre della Commissione Europea, Giancarlo Caratti di Lanzacco, il direttore del Centro di Ricerca Scienza Nuova del Suor Orsola, Roberto Montanari, il project manager del  Cluster Tecnologico Nazionale TICHE, Gianluca Genovese e Diego Marani, coordinatore politico per la diplomazia culturale del SEAE, il Servizio europeo per l’azione esterna della UE.
L’incontro precede l’inaugurazione della mostra fotografica Le Savoir sur la falaise,  ( in esposizione all’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles fino al 20 gennaio 2019) che trae origine dal volume “Le Savoir sur la falaise. Luoghi e storie dell’Università Suor Orsola Benincasa” (Mondadori Electa).
Un volume speciale che racconta, attraverso le straordinarie immagini realizzate da un Maestro della fotografia come Mimmo Jodice (foto) e i contributi di autorevoli studiosi (da Marino Niola a Gae Aulenti, da Piero e Benedetta Craveri a Cesare De Seta, da Elena Croce a Pier Luigi Rovito), i 5 secoli dei luoghi e delle storie dell’antica cittadella monastica di Suor Orsola, uno dei grandi patrimoni artistici, paesaggistici e culturali della città di Napoli, oggi in procinto di diventare patrimonio dell’Umanità riconosciuto dall’Unesco.
Al centro del lavoro di internazionalizzazione del Centro per gli Affari Internazionali  ci saranno anche i progetti del Centro di Ricerca Scienza Nuova, il “Laboratorio integrato di Nuove Tecnologie per le Scienze Sociali dell’Università Suor Orsola Benincasa con sei Living Lab e due unità operative che insieme coprono un ampio numero di aree di ricerca: dalla ludotronica alla progettazione di nuovi supporti educativi, dalla comunicazione cross-mediale alla ricerca sociale, dall’interazione uomo-macchina alla digitalizzazione per la fruizione del patrimonio artistico e culturale.
Per saperne di più
www.unisob.na.it/eventi