Campania by night all’Anfiteatro campano di Santa Maria Capua Vetere. Con un omaggio a Fellini e Sordi per il centenario del regista e dell’attore.
Lunedì 14 settembre alle 21 andrà in scena il concerto dedicato a “100 anni… di magica amicizia, Fellini e Sordi 1920–2020”. Un repertorio di colonne sonore dei film dei due grandi maestri del cinema italiano.
Al pianoforte, Vince Tempera, accompagnato dal quartetto d’archi Alkemia quartet” e dall’attrice e cantante Paola Lavini: si racconterà la carriera e l’amicizia di Fellini e Sordi, attraverso le colonne sonore dei loro film più famosi sulle note composte da Nino Rota, Bacalov, Piovani e Piccioni.

Qui sopra, la locandina dell’evento con immagine
dei due grandi protagonisti del cinema italiano. In alto, l’anfiteatro campano


Tre, invece, i concerti, del “Subterranean Homesick Blues Festival”. Doppio live mercoledì 16 settembre. Alle 20,30 sul palco salirà Bai Kamara Jr. Acoustic Solo, originale voce funky, che mescola influenze soul, blues, roots, swamp, voodoo e jazz. Il suo Blues pieno di poesia trasporterà lo spettatore dalle rive del Mississippi a Chicago senza dimenticare le origini africane.
 Alle 21,45 protagonista Gennaro Porcelli Band. Chitarrista di Edoardo Bennato dal 2005 e leader del trio Gennaro Porcelli & the Highway 61, Porcelli è considerato da pubblico e critica uno dei talenti del Blues “made in Italy”. Il suo repertorio spazia dal Chicago style a New Orleans, dallo stile di Austin a quello di Memphis, quasi a ripercorrere idealmente la Highway 61, la nota autostrada americana lungo la quale si sono sviluppati i diversi stili del Blues. In formazione sul palco Gennaro Porcelli, chitarra e voce, Diego Imparato, basso, Raffaele Lopez, tastiere, Claudio Romano, batteria e special guest Mario Insenga alla batteria.
Il “Subterranean Homesick Blues Festival” chiude giovedì 17 settembre alle 21 con Matthew Lee Band: fenomeno del pianoforte, cantante e straordinario performer appassionato di rock’n’roll con una carriera internazionale iniziata da giovanissimo, è considerato tutt’oggi uno dei principali protagonisti del rilancio delle atmosfere anni ‘50. 
Le tre serate saranno precedute da visite guidate all’Anfiteatro e al Museo dei Gladiatori a cura de Le Nuvole: sono previsti tre turni di visita con ingressi contingentati negli orari 17.30 – 18.30 – 19.30. Per ciascuno degli slot orari partiranno in contemporanea due gruppi da 20 persone. Un gruppo inizierà la visita partendo dal Museo dei Gladiatori e l’altro partendo dall’Anfiteatro campano; dopo i primi 20 minuti di visita, si alterneranno. Durata totale della visita: 40 minuti.
L’iniziativa è programmata e finanziata dalla Regione Campania, organizzata e promossa da Scabec Spa, nell’ambito di Campania by night, con la direzione regionale Musei Campania diretta da Marta Ragozzino e l’Anfiteatro campano, diretto da Ida Gennarelli.

RISPONDI