Basta offese ai napoletani. Dalle parole ai fatti. In riferimento alle dichiarazioni del giornalista Vittorio Feltri, il Comune di Napoli, attraverso lo sportello Difendi la città, ha chiesto l’intervento dell’avvocatura generale perché siano intraprese conseguenti azioni legali.
 Inoltre, è stata inviata al presidente dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia, Alessandro Galimberti, la richiesta di farsi portavoce presso il Consiglio di disciplina territoriale per provvedimenti sanzionatori nei confronti di Feltri. E Galimberti  ha prontamente inviato al Consiglio di disciplina territoriale l’esposto del referente campano dei giornalisti, Ottavio Lucarelli, con il video che contiene le ultime gravissime dichiarazioni di Feltri contro sei milioni di cittadini della Campania.
Commenta la responsabile dello sportello e delegata del sindaco, Flavia Sorrentino:«Abbiamo interpellato immediatamente gli uffici della nostra avvocatura perché non possiamo consentire che restino impunite affermazioni inaccettabili contro i cittadini campani e meridionali».
E anticipa le azioni da avviare per tutelare il nome della città: «Nei prossimi giorni, l’Osservatorio Difendi la Città, incontrerà in via telematica il presidente dell’Ordine nazionale dei giornalisti, Carlo Verna, per confrontarsi su possibili azioni congiunte contro la narrazione stereotipata e denigratoria di Napoli, che nell’emergenza Covid-19 è emersa con enorme risalto».
Infine conclude con fermezza: «Napoli è capoluogo della Regione Campania e capitale morale del Mezzogiorno e la sua reputazione non può essere infangata da personaggi noti attraverso le televisioni nazionali seguite da milioni di spettatori. Non ci fermeremo fino a quando non sarà garantito il rispetto che la nostra città e il nostro popolo meritano».
GUARDA IL VIDEO
https://www.mediasetplay.mediaset.it/video/fuoridalcoro/feltri-credo-che-i-meridionali-in-molti-casi-siano-inferiori_F310235401016C03

RISPONDI