Due titoli forti, di quelli che fanno riflettere. Al Festival cilentano “Segreti d’autore”, ideato da Ruggero Cappuccio e diretto da Nadia Baldi. Drammatici i“Rumori di fondo” degli orfani di femminicidio che vanno in scena stasera alle 21.30 al palazzo Coppola di Valle/Sessa Cilento (Salerno) .
Nato da un’idea della stessa Baldi, che ne cura la regia, e del musicista Ivo Parlati (batteria ed elettronica), che esegue dal vivo assieme a Paola Volpe (pianoforte) le sue composizioni, lo spettacolo si avvale della partitura drammaturgica di Benedetta Palmieri e della emozionante interpretazione di Gea Martire.
Al suo fianco, Carmine Ammirati. Un elogio alla spinta vitale che genera speranza e rappresenta un antidoto in grado di farci rinascere anche dopo i “rumori di fondo” più devastanti.
E domani sera, nello stesso palazzo di scena va “Caligola” di Albert Camus, alle 21. Protagonista di questa opera meravigliosa, scritta nel 1938 e sottoposta a revisioni durate 20 anni, è Vinicio Marchioni, che trasforma l’imperatore romano in corpo linguistico, rappresentazione politica, filosofica, poetica e teatrale. La carne, il potere, l’amore e il sangue si fanno parola, azione, dramma, commedia e tragedia.
Se il mondo è governato dall’ingiustizia e dal caso, allora non resta altro da fare che rifugiarsi in una lucida follia, oltrepassando le regole della vita e della morte. Adeguandosi alla malvagità del destino, nell’affannosa e vana ricerca di libertà e purezza. In scena, ad accompagnare Marchioni, la performer Milena Mancini, che ha curato anche i costumi (foto).
L’ingresso sarà consentito fino a esaurimento posti solo su prenotazione all’indirizzo di posta elettronica info@segretidautore.it. Per poter assistere gratuitamente allo spettacolo o partecipare al laboratorio sarà necessario esibire al personale addetto la copia della e-mail di conferma.

RISPONDI