Napoli è tutto il mondo.  E’ il titolo dell’incontro che la Fondazione Pietà de’ Turchini presenta venerdì 28 febbraio a Napoli, alle 16.30, al Conservatorio di San Pietro a Majella (via San Pietro a Majella, 35). Nell’ambito di “Lezioni di Storia Festival”, ideato e progettato da Editori Laterza con la Regione Campania e organizzata dall’associazione “A voce alta” con la Fondazione Teatro di Napoli, Teatro Bellini e Scabec.
Francesco CotticelliPaologiovanni Maione e Aurelio Musi ne saranno protagonisti dell’incontro. In questa occasione sarà presentato per la prima volta in Italia l’ultimo volume della Turchini Edizioni, “Storia della Musica e dello Spettacolo a Napoli-Il Seicento”. Un’opera miscellanea che indaga sugli aspetti più significativi di quella grande stagione teatrale e musicale, che ancor oggi si ritiene alle origini del mito di Napoli quale Capitale delle arti e dello spettacolo. Al volume ha contribuito con la sua prefazione il filosofo Aldo Masullo.
Il racconto degli studiosi dedicato alla musica e al teatro napoletano (foto) del diciassettesino secolo si sarebbe dovuto alternare agli interventi musicali del Coro giovanile  “Le Voci del 48” diretto da Salvatore Murru ma,  per le direttive di prevenzione e di contrasto al contagio da “Coronavirus”, la partecipazione dei ragazzi è stata cancellata. Ingresso libero fino a  esaurimento posti, prenotazione obbligatoria.
Per saperne di più
info@lezionidistoriafestival.it
Tel. 377 3818055 (H.10-13/16-19)

 

 

RISPONDI