Il cibo come tradizione culinaria e arte in evoluzione, è sempre più protagonista, ci appassiona, funge da legante.  Pochi giorni fa, a Milano, la grande cucina è stata il viatico per una importante raccolta fondi. Parliamo della cena di beneficenza di Eurama (foto) ospitata da Lapo Elkann e lo chef Carlo Cracco a Garage Italia per la lotta contro il tumore alla mammella. Anche Napoli presente attraverso l’Associazione Italiana Adrenoleucodistrofia.
Lo chef Cracco ha studiato per l’occasione un menù d’eccellenza, che fosse in grado di far riflettere sull’importanza della prevenzione a partire dagli stili di vita anche a tavola.
Eurama è stata fondata da Umberto Veronesi assieme a Stefano Zurrida nel 2010 ed è attualmente presieduta da Jacques Bernier. L’associazione senza scopo di lucro promuove la ricerca scientifica e l’aumento delle conoscenze sulle patologie della mammella. Il vicepresidente Stefano Zurrida tuttora si impegna quotidianamente sul campo, nella consapevolezza che non bisogna mai abbassare la guardia e bisogna puntare molto sulla prevenzione di questa terribile malattia.
Oltre 200 le persone che hanno risposto a questa chiamata di solidarietà, per poter contribuire a realizzare un obiettivo di grande rilevanza sociale. Particolarmente significativa la cospicua presenza di giovani e giovanissimi.
Anche Napoli presente, data l’importanza del tema attraverso l’Associazione italiana adrenoleucodistrofia (Aiald), con la presenza del presidente Valentina Fasano e dell’avvocato Maria Selvaggia Forza.
«Per l’associazione – sottolinea la presidente – è un passo importante per far nascere relazioni e interazione tra le associazioni che operano a favore dei pazienti ed il mondo medico-scientifico sul territorio italiano».
Una serata di beneficenza in grado di coniugare un acuto momento di riflessione e di necessari bilanci con un tocco di bontà e leggerezza, unendo insieme piatti squisiti, alimentazione sana ed equilibrata, solidarietà, attenzione alla salute e valorizzazione del territorio e del made in Italy, attraverso l’utilizzo di prodotti rigorosamente doc e bio.
La serata è stata organizzata da Letizia Mazzotta, che ha curato con grande impegno, professionalità ed umanità, anche questa seconda edizione, riportando un grande successo al pari della prima, voluta da Umberto Veronesi e riconfermando una comune visione di intenti con lo chef Carlo Cracco.
Voce narrante della serata, Alessandro Cecchi Paone; ospite d’eccezione Susy Veronesi.