Arte e musica insieme. Sabato 28 dicembre, alle  21 all’ex Asilo Filangieri nel centro antico di Napoli  (in via Giuseppe Maffei 4), appuntamento con la settima edizione della rassegna Grande vento fondata sui principi di cooperazione, mutualismo e coworking.
Protagonisti, i Nebra (foto) che proporranno un estratto delle canzoni dall’ultimo album “Cuore Colpevole”, in collaborazione con l’artista producer Lama, l’artista popolare, come lui stesso ama definirsi, Antonio Conte, il disegnatore Mariano Gison, la pitttice e scenografa Valeria Luganskaya,  l’artista visiva  Euno Maya.
Una sinergia nata proprio dagli incontri che si sono tenuti negli ultimi mesi all’Ex Asilo Filangieri e battezzata Nebra art ensemble. In sintonia con l’idea stessa dell’album del gruppo che si è già avvalso dell’opera di artisti contemporanei e affronta temi di attualità attraverso il racconto musicato di antiche leggende, soprattutto quelle legate alla tradizione napoletana.
Il mito e il mistero diventano metafore della vita odierna, specchio dell’attualità, attraverso amore-magia-inganno-morte. Uno spettacolo da vedere, ascoltare e vivere, tra inediti inserti musicali, le opere dei quattro autori e un insolito rock con la voce di Aurora Pelosi, la chitarra di Gianni Gargiulo e i tamburi di Alfredo Manzo.
Per saperne di più
www.facebook.com/NEBRAfanpage
http://www.exasilofilangieri.it/il-grande-vento-2019/