Piazza Santa Lucia. E’ lo spettacolo che propone  Quartieri di vita, il festival di teatro sociale diretto da Ruggero Cappuccio nel giorno della festa dedicata alla santa protettrice della vista. In scena  all’Istituto Colosimo di Napoli giovedì 13 dicembre (ore 18.45 e ore 20.45, prenotazione obbligatoria al numero 3440456788).
La performance/spettacolo itinerante nasce da una riscrittura scenica ispirata all’opera teatrale e musicale di Raffaele Viviani: un viaggio di musica, misticismo, amore, devozione, che farà vivere al pubblico di vivere con gli attori un’esperienza unica, lasciandosi immergere nel miracoloso mondo dell’invisibile.
Il lavoro, condotto da Raffale Parisi, è una tappa di un percorso iniziato nel 2016, frutto di un laboratorio teatrale permanente intitolato “Fare Teatro”, nato dalla collaborazione tra le associazioni Teatro Colosimo e Murìcena Teatro, e rivolto a persone ipovedenti e non vedenti.
Spiegano gli ideatori: «È la festa di Santa Lucia (foto ndr), tutti sono diretti in piazza, sta per iniziare la processione. Le donne sono in chiesa a pregare, gli uomini preparano tutto l’occorrente per i festeggiamenti – si legge nelle note di laboratorio-  La piazza prende vita, tutti attendono il gruppo musicale ‘I Ciechi di Santa Luci’ perché cominci la festa. Musica dal vivo, scene divertenti di una piazza che fu, storie di amore e di sacrificio saranno le protagoniste di questo esito di laboratorio».
La scrittura scenica è a cura di Marianita Carfora, Raffaele Parisi, Antonio Perna con Michela Annunziata, Fabian Amalfi, Giuseppe Carozza, Fabiana Cocca, Roberta D’Aleo, Gaspare De Angelis, Alessandro De Gennaro, Miriam De Luca Bossa, Stella Fundulet, Mario Fusco, Rosaria Fusco, Danilo Mendosa, Salvatore Merenda, Alessio Papaccio, Raffaella Papaccio, Giovanni Progressivo, Luca Progressivo, Giovanni Tartaglione.
Per saperne di più
fondazionecampaniadeifestival.it