Creatività e conoscenza come volano di sviluppo e impresa. Da questa premessa parte il ciclo di percorsi espositivi ideati da  Antonio Minervini e organizzati dall’Ordine dei dottori commercialisti e esperti contabili di Napoli, al Medì, nella sede di piazza dei Martiri 30 per il progetto  Cultura Energia Economica.
Prossimo appuntamento, domani, giovedì 8 novembre, alle 18.30 con la personale di Ellen G. Ritagli, accompagnata da un testo critico di Paolo Mamone Capria.  Saranno esposti 25 lavori (foto) di medio e piccolo formato, tra questi  4 retablo, 13 papier collé e 4 lavori in tecnica mista.
I papier collé di Ellen G. sono caratterizzati da un procedimento di tipo dadaista: selezione, accostamento e ritaglio sono  la base per innesto di colla e interventi pittorici. Elementi grafici e volumi scultorei compongono, invece, i retablo in terracotta ingobbiata, completati da papier collé.
Scrive il curatore: «Ellen G. possiede una cultura visiva ampia e profonda, che spazia dalla pittura alle arti decorative e che le deriva sicuramente dai suoi studi e dall’essere lei stessa figlia di artisti.  Tuttavia a poco varrebbe l’abbondanza dei dati culturali se di suo Ellen G. non avesse quel “gusto”, come si sarebbe detto un tempo, cioè quella capacità di trascegliere e di guidare secondo principi di armonia e di ordine il rigoglio delle suggestioni culturali. Giacché l’essenza di questi collage da lei ideati è proprio in una sorta di densa autoreferenzialità artistica in cui i sintagmi di storia dell’arte con delicati slittamenti di senso si smembrano e si fondono in nuove, riuscite tessiture compositive».
Elleng G. in realtà si chiama Francesca Pirozzi e ha respirato un’atmosfera creativa sin da bambina. Suo padre Giuseppe è un Maestro della scultura. La madre, Clara Garesio, piemontese d’adozione partenopea, rappresenta una delle voci più originali della ceramica a livello internazionale.
Lei, architetto, conservatore di beni culturali con  PhD in storia dell’arte e artista dalla vasta esperienza espositiva,  ha scelto il proprio pseudonimo partendo dalla radice linguistica greca «lg», da cui légo, “mettere insieme” che è una costante della sua operatività. Tra elementi del vissuto e del pensiero, con sguardo al repertorio universale dell’arte ma anche alla natura e  ai suoi simboli.
Ritagli – personale di Ellen G.
MEDÌ, Piazza dei Martiri, 30 – 80121 Napoli
dall’8 novembre al 19 dicembre 2018
vernissage: 8 novembre, ore 18.30
Orari: giorni feriali, dalle 15.00 alle 19.00
Ingresso libero
Info e contatti: Antonio Minervini – minervini@studioaml.it – tel. 392 0860931