Approdano nella capitale francese 5 artisti napoletani. Aldo Fulchignoni, Enea Mancino, Renato Milo, Antonio Perrottelli e Marta Pilone rappresentano il Movimento Madì (materialismo dialettico ) internazionale nella bella mostra allestita all’Espace Christiane Peugeut (62 Avenue de la Grande Armée, 75017 Paris) che si potrà visitare fino al 20 ottobre.
Convergences è il titolo dell’esposizione che mette insieme l’astrattismo dell’ Art construit international (Aci), movimento fondato a Parigi nel 2001 e del Madì sviluppatosi a Buenos Aires nel 1946 grazie Carmelo Arden Quin con altri artisti aniconici, poi radicatosi in Italia, a Milano e infine a Portici, in provincia di Napoli.
Insieme agli autori partenopei espongono: Fabrice Ainaut, David Apikian, Chantal Atelin, Françoise Aubry, Joël Besse, Milija Belic, Bernard Didelle Isabelle de Gouyon Matignon, Nicole Guyhart, Octavio Herrera, Hernan Jara, Françoise Pierzou, János Szász Saxon, Inés Silva, Françoise Pierzou, János Szász Saxon, Inés Silva,  Bogumila Stronjna, Alain Tergny.
In foto, un momento dell’inaugurazione della mostra (fonte facebook Espace Christiane Peugeut).

RISPONDI