Dopo il successo della mostra napoletana “Allucinazione” alla Fiorillo Arte, Denis Volpiana, approda al Momu il Museo Molino di Montenero Val Cocchiara (in provincia di Isernia) in Molise. La nuova personale che s’intitola Coincidenze (foto), curata da Daniela Ricci e organizzata in collaborazione con l’Associazione culturale Amicidelmuseomolino, verrà inaugurata sabato 24 novembre alle 18.
Giovane artista che vive  e lavora a Vicenza, attraverso la sua ricerca ci spinge a riflettere sulle nostre radici, memorie, tracce, sentimenti, emozioni. Al centro della sua indagine, la natura, il caos e il tentativo di ristabilire un nuovo ordine di idee, mostrando  tratti indefiniti, fluidi, spazi improvvisi che alterano i principi dell’immobilità e di rigidità.
 Quindici i  dipinti che espone,  realizzati con resina , olio e anilina  insieme a tre sculture di piccole dimensioni: opere in cui esprime la  frattura  tra realtà e immaginazione.
 Richiami pittorici, plastici e ambientali guideranno lo sguardo dei visitatori in un alchemico mondo nutrito di suggestioni provenienti dal mondo scientifico ma anche da  quello spirituale.
Attraverso la scomposizione di forme naturali,  Volpiana rielabora strutture legate all’origine della vita, cellule, DNA, senza nessun fondamento scientifico. Visiono che si soffermano sulla struttura della mente, dei neuroni, delle loro sinapsi. Così “esplora”  le parti più misteriose del nostro cervello  in un progressivo addentrarsi nelle pieghe del mistero della vita e della sua formazione.
La mostra può essere visitata fino al 6 gennaio 2019 e ha il patrocinio del  Comune di Montenero Val Cocchiara, della Regione Molise nonché il  Matronato della Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee di Napoli.
Per saperne di più
https://www.facebook.com/molinomuseo/