Giovane e talentuoso. Giacomo Casaula, musicista e regista,  sulla scena di Villa di Donato, (foto) dimora settecentesca nell’antico centro partenopeo,  con i suoi spettacoli di teatro-canzone. Domani, sabato 24 novembre, alle 20.30, presenta Io che amo solo te. Con lui, Luca Masi (basso), Vincenzo Gigantino (batteria), Ernesto Tortorella (tastiere), Ermanno Ferrara (sax), Davide Trezza (chitarra).
Spiega Casaula: «ll teatro-canzone è un genere espressivo che si estrinseca attraverso forme di teatro strettamente legate sia alla parola che alla musica. La sua struttura è costituita da un’alternanza sincronica di canzoni e monologhi. Nel 2003 viene presentata e approvata in Parlamento una proposta di legge volta al riconoscimento e alla tutela del genere artistico “Teatro-canzone” come bene culturale. I monologhi, i testi e le musiche si coniugano in una rappresentazione che fonde la canzone d’autore all’approccio dialogico con lo spettatore e si sofferma su tematiche di forte impatto sociale, culturale ed umano. Questa forma d’arte, lanciata da Sandro Luporini e Giorgio Gaber agli inizi degli anni’70, trova oggi un riscontro vivo e attuale».
Superato il terrore delle macerie e della guerra, sul cammino della ricostruzione e della rinascita, gli anni ’60 si affacciano in Italia con tutto il carico di un passato fosco e di un desiderio di futuro ricco di speranze. Il Paese si risveglia con una sete incontrollata di vita, emozioni, amore. I giovani hanno voglia di innamorarsi, gli adulti di guadagnare e dimenticare.
E’ questo il  clima italiano che  si delinea attraverso dodici canzoni (da Abbronzatissima a Dio è morto) e altrettante incursioni poetiche e teatrali. Nel profumo del ricordo, evitando accuratamente toni e venature nostalgiche, il teatro ci accompagna in quel sogno svanito quando ci batteva forte il cuore ignaro dei giorni di piombo che sarebbero arrivati nel decennio successivo.
Dopo lo spettacolo verrà offerta una cena sul tema della serata:  il meglio della cucina kitsch degli anni ’60. Non mancheranno  panna e fieno con panna e prosciutto, wuerstel e patate conditi di maionese in tubetto, insalatona di carne Simmental e graffette calde.
Live in Villa di Donato – Stagione 2018/19
Villa di Donato – Piazza S. Eframo Vecchio, Napoli
Posto unico: 25 euro
Prenotazione obbligatoria – numero di posti limitato (nella mail di prenotazione indicare cognome, contatto telefonico e numero di posti prenotati)
Per prenotazioni: prenotazioni@key-lab.net
Possibilità di parcheggio: nella Piazza Sant’Eframo vecchio, di fronte alla Villa c’è un garage
info@villadidonato.it
www.villadidonato.it
https://www.facebook.com/villadidonato/?fref=ts