Quael può diventare il ruolo della musica nella formazione dei cittadini di domani?  Da questo nodo cruciale partirà la  riflessione sabato 13 aprile alle 10 al Conservatorio di Musica San Pietro a Majella (foto) nell’amibto della rassegna “Il Sabato delle Idee”, pensatoio  fondato 10 anni fa  da Marco Salvatore,  attraverso una rete con eccellenze scientifiche, accademiche e culturali di Napoli.
Nella casa della musica di Partenope non poteva mancare un assaggio musicale, prima della discussione: il Coro di voci bianche diretto da Antonio Berardo si esibirà in un estratto dalla favola “Il nano del bosco” di Massimiliano Sacchi.
Apriranno il dibattito Carmine Santaniello, direttore del Conservatorio di Musica San Pietro a Majella, Lucio d’Alessandro, rettore dell’Università Suor Orsola Benincasa, Gaetano Manfredi, rettore dell’Università degli Studi di Napoli Federico II e lo stesso Marco Salvatore.
E poi ci sarà un confronto, coordinato dal presidente del Conservatorio di Musica San Pietro a Majella, Antonio Palma, tra Elio Boncompagni, già direttore all’Opera Nazionale di Bruxelles, Marta Columbro, vicedirettore del Conservatorio di Musica San Pietro a Majella, François Delalande, direttore delle Ricerche musicali dell’INA di Parigi, Paolo Isotta, professore emerito di Storia della Musica del Conservatorio San Pietro a Majella, Paologiovanni Maione, docente di Storia della Musica del Conservatorio San Pietro a Majella, Angelo Meriani, professore ordinario di Letteratura greca all’Università degli Studi di Salerno, Michele Nitti, direttore d’Orchestra e membro della Commissione Parlamentare Cultura, Scienza e Istruzione della Camera dei Deputati, e Pasquale Scialò, docente di Musicologia all’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa.
La musica può diventare strumento di recupero  dei giovani che  vivono in quartieri disagiati,  proiettandoli nel futuro. Come ha dimostrato in Venezuela José Antonio Abreu  con un sistema di educazione musicale pubblica, diffusa e gratuita per i bambini che provengono da ogni ceto sociale.

 

 

“L