Weekend alla libreria del cinema e del teatro di Napoli, al Parco Margherita 35. Sabato 13 aprile, nel pomeriggio, alle 17, Gianfranco Gallo (foto) legge Poesie dal carcere a cura di Gianluigi Esposito. Intervengon: Mariarosaria Alfieri (criminologa), Samuele Ciambriello (garante diritti detenuti), Francesco De rosa (giornalista). Ingresso libero.
Di sera  Poche storie, spettacolo dedicato agli autori napoletani del teatro contemporaneo raccontati da Gea Martire. Reading intenso e vivace accompagnato da chitarra, tammorra e voce di Lello Ferraro (alle 21.30). preceduto da cena buffet. La partecipazione costa 15 euro. È necessario prenotare ai numeri 081.5510497 -338.2518789.
Inaugurata nel 2017, con la direzione artistica dell’attore e regista partenopeo Giulio Adinolfi, la libreria è un ente culturale nato con un obiettivo importante: stimolare il dialogo con la città mettendo a disposizione l’enorme patrimonio di libri, copioni, sceneggiature e antichi cimeli frutto dell’appassionata opera di ricerca fatta dall’attore Enzo Cannavale in oltre 50 anni di carriera.
La collezione è stata catalogata e offerta alla città dai figli dell’attore, Andrea e Alessandro, produttori cinematografici, che hanno aperto questo spazio anche ai cimeli offerti dai protagonisti del teatro e del cinema italiani. Il regista Edoardo De Angelis ha regalato alla libreria la sceneggiatura originale del film “Indivisibili” (scritta con Nicola Guaglianone e Barbara Petronio) che si è aggiudicata lo scorso anno il David di Donatello.
Tra le opere consultabili, le sceneggiature originali di: “Nuovo cinema Paradiso” di Giuseppe Tornatore, che ha vinto l’Oscar come miglior film straniero, il Golden Globe, il Bafta (1990) e il premio speciale della giuria a Cannes; “Le notti di Cabiria” di F. Fellini. Ma anche  i volumi dedicati a Antonio Petito e Raffaele Viviani; manuali, annuari e vademecum inclusi quelli di Stanislavskij e Artaud; il teatro filodrammatico, le “Memorie” di Maldacea; i saggi di Benedetto Croce, le commedie di Luigi Pirandello, Carlo Goldoni e dei fratelli De Filippo.
Per saperne di più
Facebook.com/libreriacinemateatronapoli/