Festeggiando la  primavera all’insegna dell’arte. Giovedì gratuito nell’ambito della campagna #IoVadoAlMuseo per visitare le collezioni permanenti e le due mostre temporanee in programma all’Archeologico (“Res rustica. Archeologia, botanica e cibo nel 79 d.C.” e “Nel Vulcano. Cai Guo-Qiang e Pompei”, risultato creativo dell’Explosion Studio che il famoso skyladder cinese ha realizzato nell’anfiteatro dell’antica città vesuviana).
In programma anche la cultura mannara organizzata dall’Associazione “Pro Loco Capodimonte e III Municipalità”: allestimento di un’area espositiva, nella Stazione Neapolis, dedicata alle eccellenze del territorio campano, fra tradizione e nuove tecnologie.
Ma giovedì 21 marzo al Museo archeologico nazionale di Napoli va in scena pure   la giornata internazionale della poesia: per la rassegna “Fuoriclassico 3. Sul corpo” (curata da  Gennaro Carillo con lorganizzazione di Andrea Milanese), incontro con una delle grandi interpreti della lirica italiana: sarà Mariangela Gualtieri, che ha fondato con Cesare Ronconi il Teatro Valdoca ed è nota al pubblico per la sua collaborazione con Jovanotti, guiderà il pubblico in un particolarissimo rito sonoro, intitolato “Cattura del soffio” (l’evento si svolgerà alle 18, nella Sala del Toro Farnese).
E poi si  festeggerà l’eterna bellezza della poesia di Leopardi “L’Infinito”  prestando alla Biblioteca Nazionale di Napoli cinque sculture per la mostra “Il corpo dell’idea. Immaginazione in Vico e Leopardi”. Si tratta delle statue di Cerere, Erato e Eracle,nonché di due straordinarie opere della collezione Farnese, l’Erma bifronte di Tucidide-Erodoto (II sec. d.C.) e del Busto di Omero tipo Apollonio di Tyana di età traianea.
Intanto, stamattina, è stato firmato il protocollo d’intesa triennale che mette in rete Mann, Federalberghi Napoli e sezione turismo dell’Unione Industriali di Napoli.
Tre i punti focali su cui si svilupperanno gli accordi operativi. Prima di tutto, la diffusione di una brochure personalizzata con la mappa della città, in cui saranno inseriti i principali eventi organizzati dall’Archeologico.
Poi, la formazione, destinata agli addetti al front-office delle strutture ricettive, per favorire la trasmissione della conoscenza del Museo ai turisti.
Infine, l’istituzione di un comitato scientifico, composto da Paolo Giulierini (direttore del Mann), Ludovico Solima (Università della Campania “Luigi Vanvitelli”), Valentina Della Corte (Università degli Studi di Napoli “Federico II”), un rappresentante dell’Unione Industriali di Napoli e un delegato di Federalberghi Napoli, per diffondere l’offerta turistica locale, dopo un’analisi del flusso di visitatori del Mann.

 

 In alto, la firma del protocollo d’intesa: da sinistra, Paolo Giulierini, Antonio Izzo e Giancarlo Carriero