Sul fronte dell’arte, soprattutto sul contemporaneo, Napoli è instancabile. Madre  museo d’arte contemporanea Donnaregina e il Museo e Real Bosco di Capodimonte  annunciano la mostra Whisper only to you  dell’artista sudcoreana Yeesookyung a cura di Sabrina Rastelli e Andrea Viliani (al Madre) e di Sabrina Rastelli, Paola Giusti e Maria Rosaria Sansone a Capodimonte dall’11 ottobre al 13 gennaio 2020.
Il percorso espositivo, che si sviluppa attraverso le sale dei due musei, comprende opere create con differenti mezzi e materiali, quali scultura, installazione e video, e due nuove produzioni, che l’artista ha realizzato accostando i frammenti settecenteschi della Real Fabbrica di Porcellana di Capodimonte. Grazie anche alla collaborazione con l’Istituto ad indirizzo raro Caselli-De Sanctis, Yeesookyung ha inoltre tenuto un laboratorio formativo durante il suo periodo di residenza a Napoli.
Per il progetto, nato da un’idea di Andrea Viliani e Sabrina Rastelli, la Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee ha ricevuto il sostegno del Korean Art Abroad 2019, promosso dal Ministero della Cultura, dello Sport e del Turismo della Corea del Sud, e da Korea Arts Management Service.
Il Museo archeologico nazionale  di Napoli ospiterà dal 14 ottobre il World Press Photo Exhibition, la mostra di fotogiornalismo più importante al mondo. Presente in oltre cento città e più di 45 Paesi, la tappa partenopea è organizzata da Cime in partnership con il Mann. L’esposizione vi resterà fino all’11 novembre.
Un viaggio per immagini tra gli avvenimenti più rilevanti del nostro tempo. Ogni anno, migliaia di fotoreporter delle maggiori testate editoriali internazionali si contendono il titolo nelle diverse categorie del concorso di fotogiornalismo.
Verranno esposte le 144 foto finaliste selezionate tra le immagini che hanno raccontato il 2018 tra le quali lo scatto vincitore del World Press Photo of The Year 2019: Crying Girl on the Border di John Moore (Agenzia Getty Image). L’autre ritrae una bambina honduregna di circa due anni, Yanela, in un pianto disperato mentre sua madre, Sandra Sanchez, che la tiene in braccio, è costretta a metterla a terra mentre viene perquisita da un agente della polizia di frontiera americana al confine con il Messico.
In foto, lo scatto di Brent Stirton

 

Per saperne di più
http://www.museocapodimonte.beniculturali.it/
http://www.madrenapoli.it/
www.museoarcheologiconapoli.it
www.worldpressphotonapoli.com
 www.facebook.com/worldpressphotonapoli
www.instagram.com/worldpressphotonapoli