Luci e suoni di Napoli/ Una festa di 4 giorni per annunciare l’anno che verrà. In piazza del Plebiscito, Enzo Avitabile e i Bottari

0
325

 Luci e suoni di Napoli… Una grande festa per annunciare il nuovo anno. Quattro giorni ricchi di eventi, dal 29 dicembre al primo gennaio nel solco del progetto Napoli Città della Musica.
Riflettori accesi su tutte le generazioni, con una programma che punta a valorizzare differenti generi di intrattenimento. Ad aprire il calendario degli appuntamenti, venerdì 29 dicembre, saranno due momenti di solidarietà: il primo con  il maestro Carlo Morelli che porterà la musica in carcere con la band in concerto per i detenuti di Poggioreale, il secondo dedicato ai piccoli pazienti del Santobono che nel pomeriggio (alle 15)  riceveranno la visita del sindaco Gaetano Manfredi accompagnato dagli artisti Lele Blade, Lda, Francesco Cicchella e Peppe Iodice.
Sabato 30, Capodanno dei bambini al Maschio Angioino: dalle 10 alle 20 il castello si trasformerà in un luogo fatato per i più piccoli con giochi, spettacoli ed intrattenimento. In Piazza Plebiscito, dalle 20, invece, protagonista sarà la musica urban e rap con diversi artisti della scena napoletana e non solo.
La serata sarà aperta dai vincitori del contest “Giovani promesse di città della musica” selezionati da una giuria d’eccezione composta da Geolier, Luchè e Chiummariello. Si esibiranno, poi, Plug, Lele Blade, MV Killa, Yung Snapp, Niko Beatz, Enzo Dong, NTO, Coco, LDA, Vale Lambo, Andrea Settembre e, in chiusura del concerto, la signora del rap italiano Rose Villain, tra i protagonisti del prossimo Sanremo.
Domenica 31, grande spettacolo in piazza del Plebiscito in attesa del brindisi di mezzanotte con la partecipazione di tanti artisti, comici e cantanti.
Dalle 21, sul palco, saliranno Enzo Avitabile e i Bottari,  The Kolors, Francesco Cicchella,  Arisa e Jimmy Sax, in una serata condotta da Peppe Iodice, Francesco Mastandrea, Francesco Procopio  e Daniele Decibel Bellini. Insieme a loro scalderanno il pubblico anche altri grandi protagonisti del mondo dello spettacolo come Gabriele Esposito, Erminio Sinni e Ciro Giustiniani. Si esibiranno sul palco anche i vincitori di un contest per giovani comici emergenti.
Nello stesso giorno, dalle 23 alle 6, Napoli cambia traccia: alla colonna spezzata in Piazza Vittoria il nuovo anno sarà celebrato con History 90+, irresistibile format lanciato da Drop e dedicato ai favolosi 90’s con l’inconfondibile radio style di DJ Cerchietto e con i dj set di Danilo De Santo e Irene Ferrara, seguiti in battuta dal vocalist Goldie Voice.
Sul palco alla Rotonda Diaz ci sarà la new generation della club culture partenopea in collaborazione con i collettivi musicali Drop, Soul Express e Bang! e con i protagonisti della Nu Disco e del Nu Funk made in Naples tra i quali Marvin&Guy, Pellegrino, Fantasie Safari, Mario Bianco& Gabriele Del Prete, Vincenzo Curcio B2B Mugman e Valerio Viglione, tutti dj e produttori musicali del territorio metro-napoletano che si stanno facendo attori di una rivoluzione musicale che “suona” anche in molti club mondiali.
Ancora in piazza Vittoria, lunedì 1 gennaio dalle 16 alle 20 Napoli jam session. Concerto a cura di Max Jovine, bassista dei 99 Posse, che unisce circa trenta autori, artisti e musicisti della nuova scena musicale napoletana: a partire dalle 16.00 del 1° gennaio 2024, una originale e trasversale miscela musicale fonderà i ritmi, i sound e diversi linguaggi prodotti negli ultimi anni all’ombra del Vesuvio.
Dalla band del collettivo N’Arte a quella del maestro Giuseppe Spinelli che accompagnerà le esibizioni live dei quindici special guest: 1. Andrea Tartaglia; 2. Balbusea; 3. Veronica Simioli; 4. Antonio Marino; 5. Collettivo N’Arte; 6. Dario Sansone; 7. Francesco Di Bella; 8. Greg Rega; 9. Helen Tesfazghi; 10. Jovine; 11. Peppoh; 12. Simona Boo; 13. Zulù; 14. Fabiana Martone; 15. Vesuviano.
Nella Basilica di San Domenico Maggiore, alle 18, omaggio al Maestro Roberto De Simone con Natale a Napoli alla Corte di Carlo di Borbone. L’orchestra La Nuova Polifonia, diretta da Alessandro De Simone, e il coro Ensemble Vocale di Napoli eseguiranno il Mottetto natalizio  Quem vidistis pastores? riportato alla luce dal Maestro Roberto De Simone. Un momento musicale natalizio al quale Napoli, nella splendida cornice di San Domenico Maggiore, non ha mai rinunciato sin dal 1737 ed un evento importante non solo per la promozione delle tradizioni locali, ma soprattutto per la storia della musica e della cultura Europea.
Spiega il sindaco Manfredi: «La programmazione di eventi che accompagnerà cittadini e turisti all’arrivo del nuovo anno si annuncia vasta e variegata con concerti e spettacoli adatti al pubblico di ogni età. L’esperimento dello scorso anno ha avuto successo e lo abbiamo confermato come format, Capodanno a Napoli sarà tanta buona musica, ma anche occasione per esprimere solidarietà e per valorizzare l’arte ed i talenti giovani del territorio. Come Amministrazione stiamo rilanciando una visione di città inclusiva e che sia all’altezza dello straordinario afflusso turistico che stiamo vivendo, in questa direzione continueremo con il progetto avviato da Napoli Città della Musica affinché l’arte attraverso la musica contribuisca allo sviluppo di una comunità consapevole che sappia custodire la tradizione guardando al futuro».
Per saperne di più
https://www.comune.napoli.it/home
Nella foto, il sindaco con gli artisti del progetto che animerà Napoli per annunciare il 2024

Lights and sounds of Naples/ A 4-day party to announce the coming year. In Piazza del Plebiscito, Enzo Avitabile and the Bottari

Lights and sounds of Naples… A big party to herald the new year. Four event-filled days from December 29th to January 1st in the spirit of the Naples City of Music project.
Spotlights on all generations, with a program that aims to valorize different genres of entertainment. Opening the calendar of events on Friday, December 29th, will be two moments of solidarity: the first with maestro Carlo Morelli who will bring music to the prison with the band in concert for the inmates of Poggioreale, the second dedicated to the young patients of the Santobono Hospital who in the afternoon (at 3 p.m.) will receive a visit from Mayor Gaetano Manfredi accompanied by artists Lele Blade, Lda, Francesco Cicchella and Peppe Iodice.
Saturday 30th, Children’s New Year’s Eve at the Maschio Angioino: from 10 a.m. to 8 p.m. the castle will be transformed into a fairy place for the little ones with games, shows and entertainment. In Piazza Plebiscito, from 8 p.m., instead, the protagonist will be urban and rap music with several artists from the Neapolitan scene and beyond.
The evening will be opened by the winners of the “Young Promises of Music City” contest selected by an exceptional jury composed of Geolier, Luchè and Chiummariello. They will perform, then, Plug, Lele Blade, MV Killa, Yung Snapp, Niko Beatz, Enzo Dong, NTO, Coco, LDA, Vale Lambo, Andrea Settembre and, at the close of the concert, the lady of Italian rap Rose Villain, among the protagonists of the next Sanremo.
On stage at the Rotonda Diaz will be the new generation of Neapolitan club culture in collaboration with the music collectives Drop, Soul Express and Bang! and with the protagonists of Nu Disco and Nu Funk made in Naples including Marvin&Guy, Pellegrino, Fantasie Safari, Mario Bianco& Gabriele Del Prete, Vincenzo Curcio B2B Mugman and Valerio Viglione, all DJs and music producers from the metro-Napolitan area who are becoming actors in a musical revolution that also “sounds” in many clubs worldwide.
Still in Victory Square, Monday, January 1st from 4 to 8 p.m. Naples jam session. Concert curated by Max Jovine, bassist of 99 Posse, which unites about thirty authors, artists and musicians of the new Neapolitan music scene: an original and transversal musical blend will merge the rhythms, sounds and different languages produced in recent years in the shadow of Vesuvius.
From the band of the N’Arte Collective to that of maestro Giuseppe Spinelli who will accompany the live performances of the fifteen special guests: 1. Andrea Tartaglia; 2. Balbusea; 3. Veronica Simioli; 4. Antonio Marino; 5. N’Arte Collective; 6. Dario Sansone; 7. Francesco Di Bella; 8. Greg Rega; 9. Helen Tesfazghi; 10. Jovine; 11. Peppoh; 12. Simona Boo; 13. Zulù; 14. Fabiana Martone; 15. Vesuviano.
In the Basilica of San Domenico Maggiore, at 6 p.m., tribute to Maestro Roberto De Simone with Natale a Napoli alla Corte di Carlo di Borbone. The orchestra La Nuova Polifonia, conducted by Alessandro De Simone, and the choir Ensemble Vocale di Napoli will perform the Christmas motet Quem vidistis pastores? brought to light by Maestro Roberto De Simone. A Christmas musical moment that Naples, in the splendid setting of San Domenico Maggiore, has never missed since 1737 and an important event not only for the promotion of local traditions, but above all for the history of European music and culture.
Mayor Manfredi explains, “The schedule of events that will accompany citizens and tourists as the New Year arrives promises to be vast and varied with concerts and shows suitable for audiences of all ages. Last year’s experiment was successful and we have confirmed it as a format, New Year’s Eve in Naples will be a lot of good music, but also an opportunity to express solidarity and to enhance art and young talent in the area. As an Administration we are relaunching a vision of an inclusive city that is up to the extraordinary influx of tourists that we are experiencing, in this direction we will continue with the project initiated by Naples City of Music so that art through music contributes to the development of a conscious community that knows how to preserve tradition while looking to the future.”
Read more at
https://www.comune.napoli.it/home

RISPONDI

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.