In attesa di trapianto cardiaco, sostiene esame di maturità scientifica.  E’ accaduto al Monaldi di Napoli, nel reparto di cardiochirurgia diretto da Marisa De Feo. Protagonista, Pasquale , diciottenne ricoverato da circa un mese, ha sostenuto l’esame di maturità scientifica.
Questa mattina, grazie all’autorizzazione del direttore dell’ufficio scolastico regionale della Campania, Luisa Franzese, si è riunita la commissione del liceo Virgilio di Pozzuoli (foto) e il giovane paziente ha sostenuto la prova di italiano, scegliendo una traccia sulla paura; domani toccherà alla prova di matematica e il 9 luglio alla terza prova scritta. Lo studente il 12 sosterrà il colloquio orale.
Commenta la mamma: «Mio figlio aveva un po’ di timore a svolgere l’esame in ospedale perché, ovviamente, avrebbe preferito farlo a scuola insieme ai suoi compagni. Ma ha affrontato la prova con grande serenità e coraggio anche in una stanza di ospedale. Vorrei ringraziare i medici e il personale del reparto che si sono impegnati per fare in modo che Pasquale riuscisse a sostenere l’esame al meglio».
Spiega De Feo: «Questo episodio rientra nelle attività dell’Uoc di Cardiochirurgia Generale che opera in sinergia con l’Unità operativa semplice dipartimentale di cardiochirurgia dei trapianti e assistenze meccaniche diretta da Ciro Maiello. Da sottolineare l’eccezionalità dell’ultimo mese che ha visto un incremento sensibile proprio dell’attività trapiantologica con 6 trapianti di cuore in una settimana, tutti con esito positivo. Inoltre, proprio sabato scorso, sempre presso questa Unità operativa, Andrea Petraio ha effettuato, in urgenza, un impianto di Berlin Heart biventricolare in un giovane di 20 anni in lista trapianti urgente da 7 giorni e per il quale non è stato possibile avere un cuore compatibile».
Aggiunge Antonio Giordano, commissario straordinario dell’Azienda Ospedaliera dei Colli: «L’integrazione tra scuola e mondo sanitario è fondamentale, il mio plauso al personale delle strutture interessate per il lavoro svolto con professionalità e abnegazione».