“Premio Campania 2020” per il cortometraggio “Le mosche”, a Venezia. Riconoscimento alla Mostra del cinema per il film prodotto da Open Mind di Sergio Panariello e Luca Zingone, realizzato in collaborazione con la scuola di formazione cinematografica Napoli Film Academy, per la regia di Edgardo Pistone e presentato alla Settimana internazionale della critica.
Il Premio Campania, è assegnato annualmente da Italian Film Factory (promotore del Social World Film festival) a Istituzioni, aziende, attori, registi, produttori e personalità artistiche che hanno contribuito allo sviluppo, al radicamento e alla promozione dell’attività cinematografica nella regione. 
Premiato il regista Edgardo Pistone (che ha ritirato il riconoscimento con i produttori) per aver raccontato con nuova stilistica poetica una Napoli post-pasoliniana.
Grande attesa l’assegnazione per i risultati della Settimana della Critica di Venezia, che saranno comunicati venerdì 11 settembre: “Le mosche” unica  opera “made in Naples” presentata nella sezione Short Italian Cinema.
Il corto è un poetico racconto in bianco e nero che narra in 15 minuti le vicissitudini e le avventure di un gruppo di ragazzi, abbandonati a loro stessi mentre la vita, placida e sonnacchiosa (almeno in apparenza…) scorre indisturbata.
In balia dei demoni della crescita, della loro fantasia e tracotanza, i ragazzi (così come le mosche, animali fastidiosi che disegnano traiettorie inutili ed eleganti ronzando per ‘vocazione’ dal marciume alla seta) si trascineranno verso un epilogo tragico e irreparabile. 

In foto, da sinistra, Giuseppe Alessio Nuzzo con i produttori del corto “Le mosche” Luca Zingone e Sergio Panariello di Open Mind

RISPONDI